Sabato, 20 Luglio 2024
Cronaca

Carcere a rischio caos, mancano gli agenti di polizia penitenziaria

Al lanciare l'allarme la Fns Cisl: l'organico di via Aspromonte è sottodimensionato di 11 unità a fronte di un costante sovraffollamento che ha raggiunto quota 170%

Continua l’emergenza personale nelle carceri del Lazio e anche in quello di Latina dove si registra un organico sottodimensionato rispetto alle esigenze di sicurezza. Come rileva la Fns Cisl regionale a oggi negli istituti penitenziari del Lazio mancano  454 unità di personale di polizia penitenziaria, rispetto alle dotazione organiche previste: a fronte  delle 3585   unità mentre attualmente ne risultano operative soltanto 3131 e anche con le previsioni delle nuove dotazioni, che prevedono complessivamente un incremento di 79 “la differenza tra personale previsto dal decreto del 2017 a quello amministrato – sottolinea il segretario Massimo Costantino - l' aumento risulta  irrisorio,  inefficace e solo virtuale”.

In particolare per quanto riguarda la dotazione di polizia penitenziaria della casa circondariale di via Aspromonte mancano 11 unità. Se a questo dati si aggiunge che il carcere di Latina è in assoluto il più sovraffollato con un tasso effettivo del 170%, il quadro che ne esce è davvero preoccupante come dimostrano gli episodi di aggressione al personale penitenziario da parte dei detenuti e un tentativo di fuga verificatisi nell’ultimo mese.

“Occorre completare l'assunzione straordinaria di personale fino al completamento della dotazione come previsto dal decreto Ministeriale 2023  - sottolinea Costantino – perché solo così si aumenta effettivamente la dotazione organica. Ciò consentirebbe di ripristinare adeguate condizioni di lavoro, purtroppo oggi ignorate in spregio alle norme contrattuali. Deve essere riconosciuta la gravissima situazione penitenziaria e si dovrebbe procedere con una deroga ai limiti delle assunzioni per il corpo di polizia penitenziaria. Se questo non avverrà, considerate le migliaia di pensionamenti previsti nel prossimo biennio per limiti anagrafici del personale – conclude il segretario della Fns Cisl - saremo di fronte al caos totale nella gestione degli istituti di pena”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carcere a rischio caos, mancano gli agenti di polizia penitenziaria
LatinaToday è in caricamento