Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Finanzieri infedeli, verso il rinvio a giudizio. Le vittime si costituiscono parte civile

Ciro Pirone e Tarcisio Dell’Aversana erano stati arrestati a ottobre 2015 per concussione: chiedevano soldi agli imprenditori per chiudere un occhio

Udienza preliminare questa mattina davanti al gup del Tribunale di Latina Pierpaolo Bortone per Ciro Pirone e Tarcisio Dell’Aversana, i due finanzieri arrestati a ottobre 2015 dai colleghi delle Fiamme gialle con l’accusa di concussione per avere chiesto denaro a due imprenditori di Latina ai quali promettevano di chiudere un occhio rispetto ai controlli.

A distanza di oltre cinque anni l'indagine è arrivata in preliminare e nell’udienza odierna le due vittime, rappresentate dall’avvocato Luca Giudetti, si sono costituite parte civile chiedendo come risarcimento danno la somma simbolica di un euro. Il pubblico ministero Claudio De lazzaro ha chiesto per entrambi il rinvio a giudizio, poi, dopo l’intervento dei legali della difesa Angelo Farau e Gaetano Marino, il giudice è entrato in camera di consiglio fissando una data per il processo ma a causa di un problema di carattere informatico non è stato possibile inserire una data diversa come richiesto dal pm.

Il gup ha così rinviato all’udienza del 21 aprile prossimo quando sarà definito il rinvio a giudizio. Pirone peraltro è indagato per corruzione anche nel processo ‘Arpalo’: avrebbe fornito a Pasquale Maietta informazioni su accertamenti in corso a suo carico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finanzieri infedeli, verso il rinvio a giudizio. Le vittime si costituiscono parte civile

LatinaToday è in caricamento