menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti abbandonati in strada, le fototrappole riprendono i trasgressori: 391 multe

Le immagini hanno immortalato cittadini intenti a gettare materassi, arresti, elettrodomestici nei pressi dei cassonetti o in strada. Ispettori ambientali in azione per i controlli

Prosegue nel capoluogo l'attività di vigilanza e controllo da parte dell'Azienda per i Beni Comuni e del Comune di Latina per contrastare il fenomeno dell'abbandono dei rifiuti e della mancata differenziazione. Ad oggi sono state elevate complessivamente 391 contravvenzioni, il 44% delle quali nei confronti di persone colte in flagranza di reato dagli ispettori ambientali, il 56% attraverso l'utilizzo di fototrappole.

Un anno fa l'avvio del servizio di videosorveglianza ambientale, grazie al quale sono salite a 220 le sanzioni emesse in seguito all'identificazione dei responsabili grazie alle fototrappole fisse e itineranti. L'85% delle sanzioni emesse riguardano le utenze domestiche e il 15% quelle non domestiche. Inoltre, dei 220 totali, ben 89 hanno interessato utenti residenti in comuni limitrofi. Il numero più elevato di verbali è stato emesso nelle aree di Latina Lido, Latina Scalo, Campo Boario, Q4 e Q5, Borgo San Michele, Borgo Piave e in Via Volsini.

Le immagini immortalate dagli occhi elettronici mostrano chiaramente persone intente da abbandonare in prossimità dei cassonetti, in strada o sul marciapiede, rifiuti di ogni genere come materassi, porte, mobili, arredi, sedie, stendibiancheria e altri oggetti di grandi dimensioni. L'utilizzo delle fototrappole, sotto il coordinamento e controllo del comando di polizia locale di Latina, è finalizzato a reprimere i comportamenti incivili soprattutto in prossimità dei siti maggiormente a rischio. "Da segnalare, in tal senso - si legge in una nota di Abc - i numerosi verbali emessi con l'ausilio della fototrappola di via Valmontorio, zona Latina Lido, installata nel mese di giugno 2020 che evidenzia un fenomeno di abbandono selvaggio dei rifiuti molto accentuato in questa area. I verbali elevati in questa zona hanno interessato, in particolare, persone residenti fuori dal comune".

Prosegue poi l'attività di controllo degli ispettori ambientali di Abc avviata a marzo 2019. In un anno e mezzo, gli ispettor hanno emesso complessivamente 171 sanzioni. Di queste, il 94% sono relative ad utenze domestiche e il 6% utenze non domestiche. Anche in questo caso, è rilevante il numero delle contravvenzioni che hanno interessato utenti non residenti nel territorio comunale, pari al 38%.  Le zone in cui sono stati elevati più verbali sono Latina Scalo, Borgo Piave, Campo Boario, Latina Lido, Zona Isonzo e Borgo San Michele. In tutti i casi è scattata una sanzione per un importo pari a 300 euro, come previsto dal regolamento di polizia urbana. Le attività di controllo continueranno ad interessare l’intero territorio comunale per intercettare e sanzionare eventuali comportamenti illeciti. Abc ricorda che sono operativi e a disposizione dei cittadini i centri di raccolta di via Bassianese e via Massaro, oltre alle isole ecologiche itineranti il cui calendario è consultabile sul sito www.abclatina.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento