rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
L'iniziativa

La cultura della legalità spiegata ai ragazzi: proseguono gli incontri dei carabinieri con gli studenti

Due conferenze con decine di studenti, uno all'istituto Giovanni Cena di Latina e un altro alla scuola Verga di Pontinia

Proseguono le conferenze sulla “Formazione della cultura della legalità” presso gli istituti scolastici della provincia. Nell’ambito delle iniziative connesse al protocollo d’intesa tra l’Arma dei Carabinieri e il ministero dell’Università e della Ricerca, il comandante del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Latina Monica Loforese insieme al luogotenente Francesco Arpaia, comandante della stazione di Borgo Podgora, ha partecipato all’incontro didattico con gli studenti della scuola secondaria di primo grado Cena di Latina, con circa 50 studenti in presenza.

Si è parlato dunque di legalità, dando ampio spazio alle domande degli alunni che con la loro partecipazione attiva hanno consentito di approfondire le nozioni essenziali di legalità, di responsabilità civica e di rispetto sia dal punto di visto sociale ed educativo sia dal punto di vista più strettamente legato alle funzioni preventive e repressive dell’Arma dei carabinieri contro ogni forma di violenza e illegalità. La referente del progetto, la professoressa Morena Moschino, alla fine dell’incontro ha rivolto un ringraziamento ai carabinieri intervenuti soffermandosi sull'importanza della vicinanza della figura del carabiniere e sottolineando quanto sia indispensabile formare e istruire fin da piccoli alla legalità. 

Un altro incontro si è tenuto all'istituto comprensivo Verga di Pontinia dove, alla presenza di 60 studenti delle classi di terza media, il tenente Monica Loforese, il luogotenente Stefano De Rinaldis, comandante della stazione di Pontinia, e il maresciallo ordinario De Vincenzo del centro addestramento della scuola forestale carabinieri di Sabaudia hanno illustrato i compiti dell’Arma e dei reparti di specialità e poi hanno avviato un dibattito aperto con gli studenti che hanno partecipato ad un concorso nazionale sulla legalità riservato alle scuole di ogni ordine e grado. In particolare, si è sottolineato quanto sia rilevante la diffusione della cultura della legalità per sconfiggere le mafie e quanto possa essere importante per i giovani lo straordinario esempio del giudice Giovanni Falcone. E' stata poi esaminata la tematica dei diritti civili, molto sentita dagli studenti che hanno realizzato un progetto di approfondimento per sottolineare l’importanza dell’accoglienza e del rispetto che devono essere garantiti a tutti nell’ottica dell’integrazione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La cultura della legalità spiegata ai ragazzi: proseguono gli incontri dei carabinieri con gli studenti

LatinaToday è in caricamento