Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Latina Lido

Latina Scalo, Di Giorgi: “Tutto pronto per il piano di sviluppo”

Il sindaco di Latina è intervenuto in un dibattito aperto al pubblico assicurando ai cittadini della zona la realizzazione di un progetto di riqualificazione e di rilancio del quartiere

Riqualificare e rilanciare Latina Scalo. Questo è stato il tema dell’incontro pubblico sui problemi urbanistici del quartiere organizzato dal presidente del Consiglio comunale Nicola Calandrini e a cui ha preso parte anche il sindaco di Latina Giovanni Di Giorgi. Massiccia la partecipazione da parte dei cittadini e delle associazioni locali ansiosi di conoscere il destino della loro zona e il futuro del Piano di recupero di Latina Scalo e del Piano di Sviluppo di Tor Tre Ponti.

Significatiova anche la presenza dell’assessore all’urbanistica, Giuseppe Di Rubbo,  di numerosi consiglieri comunali tra i quali Alessandro Calvi, Enzo Malvaso, Michele Nasso e Alessandro Catani e dell’ex presidente della circoscrizione, Glido Di Lorenzo.

“La mia presenza qui e quella di tanti amministratori – ha tenuto a precisare il primo cittadino - rientra in un preciso programma di lavoro che passa per un nuovo approccio ai problemi della città e ai rapporti con i cittadini: vogliamo il confronto diretto con la città ma al contempo lavoriamo per realizzare cose concrete, non per fare promesse".

"Pe quanto riguarda i nostri programmi per Latina Scalo – ha detto il sindaco – il Piano di recupero è già a buon punto e contiamo di portare il tutto in approvazione del Consiglio a breve”. Di Giorgi ha poi ribadito la volontà di integrare questo progetto con il Piano Casa regionale, la cui delibera di recepimento e attuazione è pronta e sarà licenziata nei prossimi giorni, e con il Contratto di Quartiere.

“Nel dettaglio, il Piano di recupero di Latina Scalo – ha sottolineato il sindaco -, che non prevede una variante urbanistica, contempla molte aree da destinare a servizi e a verde pubblico, lasciando poco spazio a nuove cubature residenziali. Spazio, invece, all’housing sociale, cioè quelle costruzioni con canoni e costi agevolati per determinate categorie sociali svantaggiate”.

Uno sguardo poi a Tor Tre Ponti la cui procedura in atto prevede la perimetrazione della zona, per delimitare l’area storica, quella intorno alla chiesa, che sarebbe destinata ad area archeologico-museale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latina Scalo, Di Giorgi: “Tutto pronto per il piano di sviluppo”

LatinaToday è in caricamento