rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Tentato omicidio del transessuale a via Piave, il 25enne resta in carcere

Nell'interrogatorio lo straniero non ha risposto alle domande, per il gip è violento e pericoloso

Si è avvalso della facoltà di non rispondere Toader Clapton, il 25enne romeno accusato del tentato omicidio di un transessuale in via Piave a Latina.

L’uomo è stato ascoltato questa mattina nel carcere di Latina dal giudice per le indagini preliminari Mario La Rosa per l’interrogatorio di convalida e ha deciso di non rispondere alle domande ma ha comunque rilasciato alcune spontanee dichiarazioni.

Assistito dall’avvocato Adriana Anzeloni Clapton ha raccontato che non aveva intenzione di fare male alla vittima. non aveva intenzione di fare male a nessuno. A conclusione del colloquio il giudice non ha convalidato il fermo ma ha disposto la custodia cautelare in carcere alla luce dei gravi indizi di colpevolezza e ritenendo che sussista il pericolo di reiterazione del reato avendo il soggetto una personalità “violenta e spregiudicata come si evince dalla pianificazione dell’agguato” e anche dai precedenti a suo carico quali una sentenza definitiva per una tentata rapina ed una evasione dai domiciliari. Il gip ha anche respinto la richiesta di concessione degli arresti domiciliari presentata dalla difesa. Resta dunque in carcere.

Secondo la ricostruzione degli investigatori Clapton aveva concordato telefonicamente una prestazione sessuale con la transessuale ma una volta nell’abitazione della vittima l’aveva aggredita colpendola più volte con un coltello da cucina e lasciandola ferita per poi fuggire. Era stato il transessuale a chiamare la polizia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentato omicidio del transessuale a via Piave, il 25enne resta in carcere

LatinaToday è in caricamento