rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Molestie sessuali e stalking sulle colleghe, il pm chiede 5 anni e mezzo per l'ex dipendente Conad

Il 56enne era stato denunciato da sette donne per palpeggiamenti e altri abusi sul posto di lavoro. Una di loro se lo era trovato anche sotto casa

Cinque anni e sei mesi di carcere. Questa la richiesta dell’accusa nei confronti di Vincenzo Pinto, il 56enne di Latina ex dipendente del supermercato Conad di via Ezio accusato di violenza sessuale e stalking nei confronti di sette colleghe.

Questa mattina la penultima udienza del processo a suo carico davanti al primo collegio penale del Tribunale presieduto da Gianluca Soana.

L’uomo, assistito dagli avvocati Luigi Di Mambro e Cristiano Montemagno, è stato denunciato da alcune dipendenti dello stesso esercizio commerciale le quali hanno raccontato in aula come il collega allungava le mani, le toccava, le baciava, a volte le trattava male lanciando contro qualcuna alcuni alimenti e in un caso ne ha aspettata una sotto casa chiedendole di poter salire. Le molestie hanno spinto le vittime a parlare con la direttrice del supermercato e poi a denunciarlo. I fatti risalgono al 2016.

Oggi in aula il pubblico ministero Giorgia Orlando ha concluso la sua requisitoria chiedendo una condanna a cinque anni e mezzo di carcere, poi il rinvio all’udienza del 25 gennaio prossimo quando parleranno gli avvocati difensori prima che il Tribunale emetta la sentenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molestie sessuali e stalking sulle colleghe, il pm chiede 5 anni e mezzo per l'ex dipendente Conad

LatinaToday è in caricamento