rotate-mobile
Cronaca

Maltempo, il superlavoro dei Consorzi di bonifica: criticità maggiori a Latina e Fondi

Tutte le emergenze del territorio. I due enti hanno presidiato il territorio mettendo in campo tutte le risorse a disposizione per contenere gli effetti delle piogge che si sono abbattute sulle provincia

Sono intervenuti giorno e notte senza sosta per fronteggiare le emergenze sul territorio e prevenire situazioni di pericolo dovute al maltempo, garantendo la sicurezza dei cittadini, delle abitazioni e delle strutture produttive. Anche nell'ultima settimana i Consorzi di bonifica dell'Agro e del Sud pontino hanno presidiato il territorio di Latina e Fondi mettendo in campo tutte le risorse a disposizione in termini di uomini e di mezzi, per contenere gli effetti della nuova ondata di maltempo che si è abbattuta in provincia. 

Gli interventi nei vari comuni

Le situazioni più critiche sono monitorate costantemente anche in queste ore in cui la pioggia sta concedendo una tregua. Per quanto riguarda il comprensorio dell’Agro Pontino, nel bacino di Calambra, a Terracina, permangono aree allagate tra Migliara 57 e via Macchiarella: qui resta posizionata e monitorata la gazzina collocata sul collettore a supporto dell’impianto, come anche presso l’impianto Caposelce. Le squadre hanno rimosso ostruzioni sul Fosso Rocco Matto Superiore in località Capo Croce, a Sonnino, con l’ausilio del Comune perché in alcuni tratti del fosso sono state realizzate opere non autorizzate che impediscono il transito dei mezzi. Sono stati riescavati alcuni tratti dei Fossi Tavolato e Migliara, a Pontinia, che risultavano ostruiti alla confluenza del Canale Botte. Riescavato anche il Fosso Migliara 46, Sezze. Operazioni tempestive e risolutive che hanno scongiurato disagi alle comunità e danni alle attività produttive e alle coltivazioni.

Emergenza al lago di Fondi

Nel territorio di Fondi l’innalzamento del livello delle acque del lago, dovuto ai deflussi provenienti dai torrenti montani, e quello concomitante del livello del mare, hanno impedito un efficace funzionamento delle idrovore consortili. Proprio per la contemporaneità dei due fenomeni, nonostante le manutenzioni del complesso reticolo consortile fossero state effettuate regolarmente sui canali Portella, Caringi, Fosso Sant’Antonio, Collettore Principale Pantano Grande e affluenti e nonostante si sia provveduto alle trinciature lungo l’arginatura del Lago di Fondi, si sono registrate alcune criticità nelle aree più depresse del comprensorio. In alcuni punti, per contenere i disagi della popolazione, sono state eseguite ricariche arginali. Non a caso Latina e Fondi, pur se colpite pesantemente dal maltempo, non sono ricomprese nel purtroppo lungo elenco dei territori italiani devastati dalla furia dell'acqua e del vento: gli interventi di manutenzione sui canali e sulla rete scolante e quelli finalizzati alla prevenzione del dissesto idrogeologico sono stati promossi e avviati dai Consorzi Agro e Sud Pontino già in estate, come da programmazione predisposta in largo anticipo dal direttore Natalino Corbo e approvata dal commissario Sonia Ricci.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, il superlavoro dei Consorzi di bonifica: criticità maggiori a Latina e Fondi

LatinaToday è in caricamento