rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Sognava di diventare un agente, l’ultimo saluto della polizia a Christian

Gli amici del giovane di 19 anni morto per cause naturali raccontano la sua storia e il suo sogno al Questore De Matteis che nel giorno del suo funerale invia gli uomini della Volante che gli danno l'addio con il saluto al berretto

Voleva diventare un’agente e proprio nel giorno del suo funerale ad omaggiarlo sono stati gli uomini della Polizia di Stato.

La storia è quella di Christian Cristofoli un giovane di 19 anni di Latina deceduto improvvisamente per cause naturali e a permettere di realizzare quello che era il suo sogno sono stati i suoi amici che gli hanno voluto fare il loro ultimo regalo.

I ragazzi si sono recati questa mattina negli uffici di corso della Repubblica chiedendo di poter parlare con il questore De Matteis. Durante l’incontro hanno raccontato di un giovane con l’amore per l’uniforme della Polizia di Stato, della sua passione e del suo essere affascinato dal servizio svolto della Volante, del suo spirito di sacrificio e della sua vocazione ad aiutare il prossimo.

Quello di essere arruolato fra le fila della Polizia di Stato era un sogno che Christian cercava di realizzare seriamente; ne parlava spesso con i suoi amici, e studiava per quello, informandosi sui requisiti e mantenendo una condotta irreprensibile.

E, proprio per omaggiare il giovane e il suoi desiderio, il questore oggi pomeriggio ha inviato due pattuglie alle esequie presso la chiesa di San Francesco dove, in un ambiente gremito di congiunti e amici, i poliziotti della Squadra Volante hanno dato l’addio a Christian con il saluto al berretto, così come si usa nelle cerimonie ufficiali verso i superiori e le personalità importanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sognava di diventare un agente, l’ultimo saluto della polizia a Christian

LatinaToday è in caricamento