menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parco Falcone e Borsellino, il sindaco ringrazia la città: "Proseguiamo nel percorso di riscossa civile"

Il primo cittadino Damiano Coletta all’indomani della cerimonia di intitolazione del parco comunale a Falcone e Borsellino, prende la parola lontano dalle polemiche e dalle contestazioni che comunque non sono riuscite a rovinare l’evento.

Un ringraziamento rivolto alla città, a chi c’era, a chi ha creduto nei valori della democrazia e della partecipazione. Sono le parole del sindaco Damiano Coletta all’indomani della cerimonia di intitolazione del parco comunale a Falcone e Borsellino, nonostante le polemiche e le contestazioni che comunque non sono riuscite a rovinare l’evento.

“Voglio ringraziare la città per la risposta che ha dato ieri – esordisce il sindaco - Questa comunità ha dimostrato la volontà di proseguire nel percorso di riscossa civile intrapreso circa due anni fa e che è contro ogni forma di violenza, da qualsiasi parte essa provenga. Sono fiero di rappresentare tutti i cittadini che ora, intorno ai nomi di Falcone e Borsellino, troveranno motivo di sentirsi ancora più comunità”.

Il primo cittadino ringrazia dunque tutti coloro che hanno permesso alla città di vivere un momento come quello di ieri e chi ha consentito che il parco riacquistasse decoro e dignità. Elenca tutti, forze dell’ordine che hanno garantito che la situazione non degenerasse, il presidente della Camera Laura Boldrini, David Gentili in rappresentanza del Comune di Milano, la presidente della Provincia Eleonora Della Penna, la giovane consigliera comunale Valeria Campagna, bravissima ieri a parlare sul palco accanto alle autorità.

“Ringrazio ancora il gruppo di sponsor che si è offerto per il restyling del Parco in vista dell’intitolazione – prosegue Coletta - Vivai Latina Fiorita, Furlan Costruzioni, Loggia Industria Vernici, Damiani Marmi, Damiani Costruzioni. Gli operatori della Latina Ambiente che si sono occupati di tenere pulita l’area;  il mio staff, il personale del Comune che ha lavorato per più giorni oltre l’orario di servizio. Ringrazio ancora la Croce Rossa per avere messo a disposizione un’ambulanza e gli Alpini che, insieme alla Protezione Civile Passo Genovese, hanno collaborato al servizio d’ordine”. E ancora: i musicisti Roberto D’Erme e Massimo Gentile e lo staff della street art, cui si devono i bellissimi pannelli esposti su uno dei viali del Parco: il mio grazie va agli organizzatori Federico Morgante, presidente del collettivo “LatinaViva”, David Walenski, presidente dell’associazione culturale “Aenima”, Giulio Meloni, in rappresentanza della ditta “Loggia”; agli artisti Michele Marchionne, Veronica Del Guerzo, Alessandro Arrè, Serena Cacace, Simone Serafini; ai writer Zoto e Atm.

“È stato bello – conclude - sentire il supporto e l'affetto di tanta gente. Ho avuto la conferma che Latina si è messa definitivamente su una strada diversa, quella della legalità e dello spirito di comunità.  E il Parco intitolato a Falcone e Borsellino deve renderci orgogliosi così come lo saranno le future generazioni che avranno la possibilità di viverlo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento