Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca Goretti / Piazzale Gorizia

Picchiata e segregata per una notte, poi riesce a fuggire. Arrestato il fidanzato

I fatti nella notte tra il 6 e il 7 giugno scorsi nella zona di piazzale Gorizia a Latina. Il giovane di 31 anni dopo averla costretta ad un rapporto sessuale, picchiata e segregata in casa. Poi la fuga della ragazza e la richiesta d'aiuto in strada

Una notte di violenze e botte fino a quando al mattino non è riuscita a fuggire chiedendo aiuto in strada. E’ la triste storia di una ragazza di 25 anni di origini romene picchiata e segregata nella sua abitazione dal fidanzato, un giovane connazionale di 31 anni, arrestato questa mattina dalla polizia in esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal tribunale di Latina su richiesta della locale Procura.

Il ragazzo, arrestato per sequestro di persona e lesioni aggravate, è accusato appunto di aver picchiato violentemente la giovane con cui era fidanzato da circa 4 anni, causandole lesioni, contusioni ed escoriazioni multiple, e di averla sequestrata, rinchiudendola a chiave nella propria abitazione in piazzale Gorizia, sottraendole il cellulare ed il portafogli.

Diversi gli episodi di violenza nel corso dei quattro anni della loro storia con la giovane che, nonostante lo avesse lasciato più volte, non è mai riuscita a denunciare il 31enne per paura delle sue minacce di morte.

I FATTI - I fatti nella notte tra il 6 e il 7 giugno; alle 8 di quella domenica mattina, la giovane dopo essere riuscita a sfuggire al suo aguzzino, a piedi nudi con indosso solo il pigiama ,con il volto tumefatto e vistosi lividi sul corpo ed in evidente stato di shock, si è presentata presso un esercizio commerciale chiedendo aiuto alla proprietaria che subito ha chiamato il 113 ed il 118. Trasportata immediatamente al pronto soccorso, la giovane ha riferito agli agenti della Squadra Volante che autore delle violenze era il fidanzato.

Così come raccontato dalla vittima, la sera precedente, dopo averla costretta ad un rapporto sessuale, i due erano stati in una discoteca di Pomezia insieme ad una coppia di amici.  Durante il viaggio di ritorno, ha raccontato ancora la vittima, il 31enne, ubriaco, per futili motivi ha iniziato a picchiarla in macchina, tanto da farle perdere i sensi e cercando di colpirla anche con una arnese usato per cambiare la gomma che si era bucata.

Ma la furia violenta del giovane è proseguita poi per tutta la notte e così giù botte anche una volta tornati a casa. Dopo aver mandato via gli amici, averle fatto fare una doccia per ripulirla dal sangue, il 31enne ha infine chiuso a chiave la porta di casa nascondendo le chiavi sotto il cuscino e sottraendo alla fidanzata anche il cellulare e il portafogli per evitare che potesse allontanarsi o chiedere aiuto.

sequestro_persona_lesione_arresto-2

LA FUGA E LE PRIME INDAGINI - Solo al mattino successivo, intorno alle 8, la ragazza approfittando che il fidanzato si era addormentato è riuscita a prendere le chiavi e a scappare di casa chiedendo aiuto alla proprietaria di un esercizio commerciale situato nelle vicinanze dell’abitazione.

Dopo aver sentito la vittima ed aver raccolto la dichiarazioni della donna che le aveva prestato i primi soccorsi, gli agenti hanno proceduto insieme alla Scientifica, ad effettuare un sopralluogo sia nell’abitazione che nell’auto del 31enne raccogliendo elementi, testimonianze e rilievi fotografici e biologici che hanno suffragato la brutale aggressione subita dalla vittima.

“I gravi indizi di colpevolezza in ordine ai reati di lesioni aggravate e sequestro di persona ed il pericolo concreto ed attuale di reiterazione della grave condotta criminosa, considerata l’indole estremamente violenta dimostrata dall’uomo, hanno portato l’Autorità Giudiziaria ad emettere ordinanza di custodia cautelare in carcere” spiegano dalla Questura.

Per il 31enne ora si sono aperte le porte del carcere di Latina.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiata e segregata per una notte, poi riesce a fuggire. Arrestato il fidanzato

LatinaToday è in caricamento