rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Cronaca Pontinia

Chiede di essere pagato ma viene picchiato e accoltellato dal datore di lavoro

Il giovane indiano è stato aggredito da un imprenditore caseario di Pontinia al quale aveva chiesto parte della retribuzione. Indagano i carabinieri

E’ stato picchiato violentemente con un bastone poi colpito con alcune coltellate sulle braccia e inseguito mentre fuggiva. Vittima dell'aggressione ancora una volta un giovane lavoratore indiano che aveva chiesto al suo datore di lavoro, titolare di un caseificio di Pontinia, il resto della paga pattuita che per 32 giorni di lavoro - sabato e domenica inclusi - era stata fissata in 1200 euro mensili.

E’ accaduto questa mattina all’interno dell’azienda di Mesa dove il 24enne lavora come addetto alla stalla e dove si è presentato al lavoro chiedendo il resto della sua retribuzione visto che gli erano state corrisposte soltanto poche centinaia di euro: una richiesta che ha scatenato la rabbia del figlio del titolare che lo aggredito fisicamente e colpito ripetutamente.

La vittima è riuscita a fuggire mentre l’imprenditore e il figlio lo inseguivano e lo minacciavano. Sono stati alcuni passanti a soccorrerlo, pensando inizialmente ad un incidente stradale, e a chiamare i carabinieri oltre che un’ambulanza: il ragazzo è stato medicato presso il pronto soccorso dell’ospedale di Terracina poi ha raccontato cosa era accaduto e ha presentato una denuncia presso la stazione dei carabinieri che stanno indagando sull'aggressione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiede di essere pagato ma viene picchiato e accoltellato dal datore di lavoro

LatinaToday è in caricamento