Colpo alla Popolare di Fondi a Pontinia, Palaia resta in silenzio davanti al giudice

Il 38enne pluripregiudicato è stato interrogato questa mattina. Il gip lo ha lasciato in carcere

Si è avvalso della facoltà di non rispondere Vincenzo Palaia, il 38enne pluripregiudicato finito in carcere martedì quale autore della rapina messa a segno alla filiale di Pontinia della Banca Popolare di Fondi il 12 dicembre scorso.  

L’uomo, assistito dall’avvocato Stefano Iucci, è stato ascoltato questa mattina in carcere dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Latina Pierpaolo Bortone ed è rimasto in silenzio.

Il gip al termine dell’interrogatorio ha convalidato il fermo e confermato la custodia cautelare in carcere. Palaia era entrato in banca n con il volto parzialmente coperto da cappello e occhiali. E puntando un taglierino contro gli impiegati  si era fatto consegnare il denaro contante vale a dire 7.730 euro. Gli investigatori erano risaliti a lui grazie alle immagini della videosorveglianza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: perde il controllo dell’auto, muore un uomo di 39 anni

  • Coronavirus, arriva l'ordinanza della Regione Lazio: misure di prevenzione e profilassi

  • Coronavirus, Comune di Sezze: “Due pullman in arrivo da Venezia. Situazione monitorata”

  • Coronavirus, Regione: “Scuole chiuse nel Lazio e manifestazioni pubbliche vietate? Fake news”

  • Sette etti di cocaina e un revolver nascosti in casa: blitz e arresto della squadra mobile

  • Camionista di Sezze denunciato dai carabinieri a Pordenone: guidava in stato di ebbrezza

Torna su
LatinaToday è in caricamento