Gaeta, postino getta la posta in discarica: denunciato dai vigili urbani

Scovato un portalettere di Minturno che non recapitava la corrispondenza e ora rischia grosso: la polizia locale ha trovato decine di multe buttate in un cumulo di rifiuti abusivo

Buttava via lettere, bollette e multe in una discarica abusiva. Ecco perché molti cittadini negli ultimi tempi non ricevevano più le missive loro destinate, più o meno desiderate che fossero. La colpa è di un postino di Minturno, individuato dalla polizia locale di Gaeta come responsabile del grave reato di violazione, sottrazione e soppressione di corrispondenza.

La scoperta di quanto accadeva è avvenuta al termine delle capillari indagini condotte dal vicebrigadiere Cosmo Carriere e dall’appuntato Antonio Chiavistelli. Gli uomini della polizia locale hanno infatti individuato nella periferia del territorio gaetano una discarica abusiva presso la quale il disonesto portalettere si liberava di gran parte del suo lavoro di consegna.

L’attività investigativa degli uomini diretti dal comandante Donato Mauro è partita nel mese di ottobre, a seguito del sequestro di una discarica abusiva di rifiuti speciali. Dopo diversi controlli nell’area, gli agenti hanno rinvenuto a terra, in una zona limitrofa, una notevole quantità di notifiche di multe per violazioni del codice della strada mai consegnate.

Una volta sequestrate le buste verdi gettate dal postino in discarica, i vigili urbani hanno svolto accurati controlli presso la filiale di Poste Italiane di Gaeta e il centro di smistamento postale di Formia: dal codice a barra della corrispondenza sono risaliti all’ufficio postale di riferimento e al nome del postino incaricato alla consegna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli agenti della polizia locale hanno denunciato l’illecito, inviando un’informativa alla Procura della Repubblica di Latina. Per il postino di Minturno si configura il reato ex articolo 619 del codice penale: violazione, sottrazione e soppressione di corrispondenza commesse da persona addetta al servizio delle poste, dei telegrafi o dei telefoni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2, arriva l'ordinanza per le spiagge: si apre il 29 maggio. Ecco le regole

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Fase 2, la nuova ordinanza nel Lazio: dal 25 maggio riaprono le palestre, dal 29 gli stabilimenti

  • Coronavirus: salgono a 536 i casi in provincia, nel Lazio sono 3786 gli attuali positivi

  • Tragedia nelle acque del Circeo: sub accusa un malore in acqua e muore

Torna su
LatinaToday è in caricamento