rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Cisterna di Latina

Morti alla Goodyear, una condanna e due assoluzioni in Appello

Sentenza nell'ambito del processo per i morti allo stabilimento di Cisterna: confermata una sola condanna mentre la corte ha assolto altri due dirigenti. Annunciato ricorso in Cassazione

Una condanna e due assoluzioni. È quanto ha deciso ieri la Corte d’Appello di Roma nell’ambito del processo “Goodyear” - l'azienda pontina che produceva pneumatici -, confermando la condanna ad un anno e 6 mesi di reclusione per Pierdonato Palusci, presidente del Cda dell'azienda di Cisterna dal '90 al '96, in relazione ad alcuni decessi causati da patologie neoplastiche delle vie respiratorie avvenuti nello stabilimento chiuso nel 2000.

La corte ha, invece, assolto altri due dirigenti. Le motivazioni della sentenza che riforma quella del tribunale di Latina, saranno depositate entro 90 giorni, ma i legali di parte civile già annunciano ricorso in Cassazione.

"Si formulerà istanza alla Procura Generale presso la corte di Appello - afferma l'avvocato Luigi Di Mambro, legale di parte civile - affinché le vittime possano avere giustizia, e i responsabili la giusta punizione".

Soddisfazione è stata espressa anche dall'Osservatorio Nazionale Amianto, attraverso il suo presidente l'avvocato Ezio Bonanni, che richiama l'attenzione sul fatto che "il giudizio di oggi è relativo a poche posizioni e ci sono decine e decine di altre istanze di giustizia sulle quali la magistratura si deve ancora pronunciare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morti alla Goodyear, una condanna e due assoluzioni in Appello

LatinaToday è in caricamento