Cronaca Aprilia

Raid dei vandali ad Aprilia, chiesa di Sant’Antonio da Padova profanata

Si sono introdotti nella notte nella chiesetta della zona di La Gogna; hanno divelto le porte finestre e il tabernacolo, gettato a terra le ostie e rubato oggetti sacri. Indagano i carabinieri

Sono sotto shock gli abitanti del quartiere La Gogna tra Ardea e Aprilia. Nella notte tra mercoledì e giovedì è stata profanata la chiesetta di Sant’Antonio da Padova.

Un vero e proprio atto di vandalismo che ha sconvolto non solo i fedeli ma anche tutti i cittadini. L’amara scoperta è stata fatta ieri da un pastore che portava al pascolo un gregge di pecore e che immediatamente ha avvisato gli altri abitanti della zona rurale.

All’interno lo spettacolo era sconvolgente, la piccola chiesa è stata completamente devastata: tabernacolo divelto, ostie a terra, immagini sacre rubate.

I vandali hanno sfondato una porta finestra della chiesa e una volta dentro hanno messo tutto a soqquadro.

Non si sa, al momento, se le ostie fossero consacrate e se ne manca qualcuna o se fossero parte della scorta contenuta nello scaffale dove si trovavano pissidi e calici per la Messa, che sono stati rubati. Rubate anche tutte le icone della Via Crucis dalle pareti.

"Siamo sconvolti - dicono gli abitanti di La Gogna - questa cappellina che era stata donata dai Lanza è stata sistemata nel tempo con le nostre offerte e il nostro lavoro. Avevamo acquistato da poco anche i calici. Ora non potremo seguire neppure la Messa qui, domenica prossima, perché il nostro parroco, don Alessandro, che sta nella parrocchia di Campo di Carne, ci ha detto che prima bisognerà fare dei riti perché la chiesetta è stata profanata".

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Aprilia ora a lavoro a caccia dei responsabili del vile gesto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raid dei vandali ad Aprilia, chiesa di Sant’Antonio da Padova profanata

LatinaToday è in caricamento