rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Scontri a Napoli: nel mirino dei Ros estremisti di destra, anche a Latina

Sono accusati di aver partecipato a scontri di piazza nel capoluogo campano e a numerose aggressioni nei confronti di avversari politici. L'operazione a Napoli, Salerno e Latina

Tocca anche nella provincia di Latina l’operazione dei carabinieri del Ros di Napoli nei confronti di esponenti dell’estrema destra accusati di aver partecipato a scontri di piazza nel capoluogo campano e a numerose aggressioni nei confronti di avversari politici.

Gli arresti sono stati effettuati all’alba di oggi; le misure cautelari sono state emesse dal gip di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale nei confronti dei maggiori esponenti dell’organizzazione e riguardano in tutto una diecina di persone.

L'indagine oltre alla provincia di Napoli, ha interessato anche Salerno e Latina - dove sono state effettuate delle perquisizioni - e riguarda un’associazione sovversiva riconducibile a esponenti della destra extraparlamentare di Napoli, accusati di aver organizzato e pianificato scontri di piazza nella primavera del 2011 a Napoli.

I destinatari delle misure cautelari sono accusati, tra l'altro, di banda armata, detenzione e porto illegale di armi e materiale esplosivo, lesioni, aggressione a pubblico ufficiale e riunione non autorizzata in luogo pubblico, progettazione e realizzazione di attentati con lancio di bottiglie incendiarie contro un centro sociale di Napoli, manifestazioni non autorizzate presso la Facoltà di Lettere a Napoli, aggressioni di tipo "squadrista" contro avversari politici e sistematico indottrinamento di giovani militanti all’odio etnico e all'antisemitismo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontri a Napoli: nel mirino dei Ros estremisti di destra, anche a Latina

LatinaToday è in caricamento