Cronaca

Scuola, continua la protesta degli studenti: occupati diversi istituti

Occupazioni a catena nel capoluogo pontino; dopo il Grassi, arrivano anche il Majorana e il Classico. Iniziative anche al Marconi e al Manzoni. Si mobilitano gli altri istituti

Si allarga a macchia d’olio l’azione di protesta degli studenti pontini. Dopo gli apripista del Grassi sono tanti gli istituti occupati nelle ultime ore, dal Liceo Scientifico Majorana al Classico, dal Manzoni al Marconi – gli ultimi che per ora avrebbero aderito alla protesta.

LICEO SCIENTIFICO MAJORANA - Anche gli studenti del Majorana da ieri pomeriggio hanno occupato la scuola di via Sezze. “La crisi economica, che fa da scusante a politiche che aumentano le diseguaglianze e le differenze sociali, impoverisce tremendamente i cittadini rendendo sempre di più la scuola un luogo non più accessibile a tutti. Edifici fatiscenti, contenuti e didattiche vecchie di un secolo, chiusura degli spazi di partecipazione, trasformazione della valutazione in strumento repressivo e discriminante, un sistema nazionale di diritto allo studio inesistente e sottofinanziato che scarica sulle spalle delle famiglie i costi di una scuola che, chi ci governa vuole sempre più indebolita e incapace di formare veri cittadini” scrivono gli studenti del Majorana in una nota.

“Visto l'atteggiamento menefreghista del governo, gli studenti del liceo scientifico E.Majorana proclamano il giorno 14 novembre sciopero e occupazione della scuola per dimostrare la situazione precaria negli istituti. Vogliamo dimostrare che il cambiamento parte da noi dalla nostra capacità di contestare e creare un alternativa reale alla tremendo modello di scuola che ci sta impacchettando chi ci governa. L'occupazione servirà a noi studenti anche come rampa di lancio per il 17 Novembre, Giornata dello internazionale dello Studente, dove scenderemo in piazza per il nostro diritto allo studio, per il libero accesso ai saperi e contro la precarietà”.

LICEO CLASSICO DANTE ALIGHIERI - Dalle 10.30 di oggi anche il Liceo Classico di Latina è stato occupato. Studenti, studentesse, insegnanti e personale Ata si sono riuniti alle 8 di questa mattina in un’assemblea bianca per un confronto aperto e dinamico sulle motivazioni che hanno spinto a questo gesto estremo: edilizia scolastica fatiscente e inadeguata, didattica obsoleta, pdl Aprea, interventi della spending review e legge di stabilità.

Così come era accaduto per il Grassi, una grande organizzazione è stata dimostrata anche dai ragazzi del Classico che utilizzeranno le aule per corsi di vario genere, proiezioni di film o studio individuale, mentre alcune saranno impiegate per il servizio mensa. Gli studenti del classico hanno anche creato una apposita web radio; l’appuntamento è dalle 16 al’indirizzo https://peto007.caster.fm; inoltre è possibile la potesta del Dante Alighieri in tempo reale su Twitter (@classicoccupato) e su Facebook sulla pagina “Liceo Classico Latina Occupato”.

Grande la solidarietà tra i diversi licei di Latina che, con un simbolico scambio di striscioni con gli slogan dell’occupazione, hanno dimostrato profonda coesione. In queste ore hanno deciso di occupare anche il Manzoni e il Marconi, ma altre iniziative analoghe potrebbero essere intraprese anche dagli altri istituti del capoluogo pontino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, continua la protesta degli studenti: occupati diversi istituti

LatinaToday è in caricamento