Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Rischio sismico, nel Lazio controllata solo una scuola su 8

Solo una minima parte degli istituti scolastici viene sottoposta a verifica: su 39 edifici visionati in provincia di Latina 4 sono a rischio alto o altissimo in caso di terremoto

I primi segnali di un’attività sismica di un certo rilievo in zone prima d’ora non classificate tra quelle a rischio terremoto hanno inevitabilmente alzato l’attenzione sulla stabilità degli edifici, specie quelli pubblici, che per molti decenni sono stati realizzati prestando poco interesse al problema. Se ci si aggiunge poi che tre scuole su quattro in Italia sono state realizzate prima del 1980, il quadro della messa in sicurezza degli istituti assume tinte preoccupanti.

È un’indagine realizzata dal mensile Wired, in occasione dell’apertura dell’anno scolastico, a porre nuovamente l’attenzione sulla carenza di controlli - e, di conseguenza, su quella di interventi - sulla conformità degli edifici scolastici alla normativa antisismica. Dai dati elaborati dal giornale attingendo alle fonti della Protezione civile, della Camera dei deputati e dei ministeri delle Infrastrutture e della Pubblica istruzione emerge come in Italia ben 22.858 scuole su un totale di circa 57mila siano da considerare “vulnerabili” ai terremoti e quindi da verificare.

Il Lazio è tra le poche regioni - rileva ancora Wired nel numero di settembre - ad aver fornito il numero degli edifici scolastici sottoposti a una verifica di stabilità antisismica. Delle 4048 scuole presenti nel territorio regionale 582 sono state controllate: tra queste ben 292 sono risultate a rischio alto (162, pari al 27,4% del totale) o altissimo (130, il 22,6%).

Nelle statistiche fornite dal mensile la provincia di Latina risulta penultima tra le province laziali per i controlli effettuati sugli istituti scolastici: tra i 39 che sono stati sottoposti a verifica 3 sono quelli che sono stati classificati “ad altissimo rischio”, mentre 1 è stato giudicato ad “alto rischio.

Più scrupolosi i controlli nella provincia di Frosinone, dove sono state realizzate verifiche in 351 scuole, più della meta degli istituti controllati nel Lazio.

Ed è allarme anche sui fondi stanziati per i lavori di messa in sicurezza degli istituti. Secondo la Regione Lazio servirebbe circa un miliardo di euro per adeguare 1107 edifici che necessitano di interventi: 280 milioni servirebbero solo per mettere in sicurezza le scuole ad altissimo rischio. Fondi che al momento non sembrano disponibili.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rischio sismico, nel Lazio controllata solo una scuola su 8

LatinaToday è in caricamento