rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
In vista di Capodanno / Minturno

Scoperto traffico di materiale esplodente: sequestrati oltre 6 quintali di botti pericolosi

L’operazione della Guardia di Finanza di Frascati partita da Roma ha interessato anche il sud pontino e in particolare Minturno

Ha toccato anche il sud pontino l’operazione della Guardia di Finanza che, in vista di Capodanno, ha portato al sequestro di 85 chili di “botti” illegali e di 570 chilogrammi di artifici “classificati”, poiché detenuti in difetto della licenza rilasciata dall’Autorità di Pubblica Sicurezza. Nel corso delle indagini coordinate dalla Procura di Roma, i militari hanno scoperto un traffico di materiale esplodente e proceduto poi al sequestro tra la Capitale, Salerno, Minturno e Robilante (in provincia di Cuneo).

Le fiamme gialle del Gruppo di Frascati, monitorando i social network, si sono imbattute in un uomo residente a Roma che, attraverso facebook, pubblicizzava la vendita di prodotti esplodenti. La perquisizione della sua abitazione, ha permesso di rinvenire circa 15 chilidi fuochi d’artificio che, dagli accertamenti svolti, sono risultati provenire da un grossista di Salerno.

Quest’ultimo, anch’egli sottoposto a perquisizione domiciliare, ricevute le ordinazioni, si avvaleva di spedizionieri per la consegna dei fuochi, che viaggiavano formalmente come “derrate alimentari”, mettendo seriamente a repentaglio anche l’incolumità dei conducenti degli automezzi impiegati per il trasporto.

La Procura di Roma, grazie agli elementi acquisiti, ha disposto la perquisizione dei locali e delle abitazioni riconducibili a quattro acquirenti, che ha permesso di sequestrare ulteriori quantitativi di artifici pirotecnici. Sette ersone dovranno rispondere del reato di detenzione e vendita abusiva di materiale esplodente. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperto traffico di materiale esplodente: sequestrati oltre 6 quintali di botti pericolosi

LatinaToday è in caricamento