Sud pontino, blitz della finanza in due negozi: maxi sequestro di prodotti cinesi e irregolari

Tolti dal mercato 4mila articoli potenzialmente nocivi e privi delle necessarie informazioni ai consumatori. L'operazione della guardia di finanza in due attività di Formia e Minturno gestiti da cittadini di nazionalità cinese

Maxi sequestro di prodotti irregolari in due negozi del sud pontino da parte della guardia di finanza nell’ambito di un servizio volto alla tutela della concorrenza e del mercato.

Il blitz delle fiamme gialle in due esercizi commerciali gestiti da cittadini di nazionalità cinese a Formia e Minturno.

L’operazione è scattata in seguito alla raccolta di informazioni, anche con l’ausilio del nuovo Sistema Informativo Anti Contraffazione (S.I.A.C.) - una piattaforma tecnologica creata e gestita dalla guardia di finanza che mette in sinergia tutti gli operatori del settore titolari di marchi e privative industriali - con i militari che hanno individuato circa 4.000 oggetti, per lo più in articoli e accessori di elettronica e prodotti di bellezza, all’interno delle due attività.

Durante il controllo del negozio di Formia sono stati trovati prodotti recanti il simbolo “CE” mendace, non essendo presente sull’etichetta alcuna informazione utile ad identificare la provenienza degli stessi. Nell’esercizio situato a Minturno sono stati trovati prodotti informatici riportanti indicazioni e istruzioni di utilizzo unicamente in lingua cinese.

Tutta la merce è stata posta a sequestro, ex art. 13 Legge 689/81, in violazione degli artt. 6, 7 e 9 del D.lvo n. 206/2005 (codice del consumo), ex art. 354 C.P.P. in violazione degli artt. 515 e 517 C.P. (vendita di prodotti industriali con segni mendaci).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Denunciato all’autorità giudiziaria di Cassino il titolare del negozio di Formia, segnalato alla Camera di Commercio di Latina per l’applicazione delle previste sanzioni amministrative quello dell’attività di Minturno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina, 126 nuovi casi. Sotto osservazione zone della movida e coprifuoco

  • Coronavirus: nel Lazio 1541 nuovi casi e 10 decessi. In provincia il secondo dato più alto di sempre

  • Coronavirus, 1687 nuovi casi nel Lazio e 9 morti. E' massima allerta

  • Coronavirus, ancora 124 contagi in provincia e un altro morto. Ottavo decesso in otto giorni

  • Coronavirus Latina, nuovo record: 209 contagi e due morti. I casi sono in 22 Comuni

  • Coronavirus Latina, i contagi continuano a salire: altri 139 casi in provincia. Un decesso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento