Sezze, fiaccole e commozione in ricordo di Daniele Nardi

Grande commozione e partecipazione all'evento organizzato ieri, 23 marzo, a Sezze in memoria dell'alpinista scomparso sul Nanga Parbat

Una serata di commozione e partecipazione quella di ieri, 23 marzo, a Sezze. La città ha infatti voluto ricordare Daniele Nardi, l'alpinista scomparso tragicamente sul Nanga Parbat duranta una scalata. Una folla silenziosa (nella foto del gruppo Facebook Itinarrando arte del camminare), con le fiaccole in mano, si è data appuntamento all'Anfiteatro di Sezze Mario Costa alle 21 per poi percorrere le strade cittadine fino a raggiungere la palestra dell'arrampicata del centro sociale Calabresi. Fiaccole e palloncini bianchi sono stati distribuiti ai tanti cittadini che hanno voluto partecipare.

Qui è stato poi proiettato un video che racconta la vita e le passioni di Daniele, la sua attività e i suoi traguardi. 

La manifestazione è stata organizzata dal Coordinamento delle associazioni setine, con la partecipazione di amici e parenti dell'alpinista. Un abbraccio ideale alla famiglia e un saluto all'alpinista che resterà per sempre legato alla sua terra di origine. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella stessa mattinata di ieri si è svolta la cerimonia di intitolazione a Daniele Nardi della palestra dell'Istituto superiore Pacifici e De Magistris.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa di nozze con 80 invitati, arrivano i carabinieri: tutti multati

  • Coronavirus, allerta arancione nel Lazio: 795 casi. D'Amato: "Si teme un peggioramento"

  • Coronavirus: nel Lazio 1219 nuovi casi, numeri record in provincia. D’Amato: “Questi i giorni più difficili”

  • Coronavirus, contagi inarrestabili. Nel Lazio quasi 600 nuovi casi, in provincia 47 in più

  • Coronavirus, l'ondata non si ferma: 64 nuovi contagi, 21 sono a Latina

  • Piazza del Popolo torna agli anni ’70: a Latina le riprese del film "L’Arminuta"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento