Cronaca Borgo Sabotino

Centrale, Europa rassicura sullo smaltimento scorie di Latina

Rassicurazioni sulla sicurezza del piano italiano di smaltimento dei rifiuti radioattivi provenienti dal disattivamento della centrale nucleare di Latina

Bruxelles rassicura i partner europei sulla sicurezza del piano italiano di smaltimento dei rifiuti radioattivi provenienti dal disattivamento della centrale nucleare di Latina, nel Lazio.

E' lo stesso commissario europeo all'energia, Guenter Oettinger, a sottoscrivere il parere secondo cui "l'attuazione del piano di smaltimento dei rifiuti radioattivi - sotto qualsiasi forma - non è tale da comportare una contaminazione radioattiva significativa sotto il profilo sanitario, delle acque, del suolo o dell'aria di un altro Stato membro".

A sostegno di quanto afferma, la Commissione europea sottolinea che "in condizioni normali di disattivazione, gli scarichi di affluenti radioattivi liquidi e gassosi non comportano un'esposizione rilevante sotto il profilo sanitario per la popolazione di un altro Stato membro, considerando poi che il confine con la Francia, il più vicino, è a 290 km. La Commissione europea precisa anche, che "i rifiuti radioattivi solidi saranno depositati in loco in attesa di disporre di un deposito nazionale".

Quanto agli scarti e ai materiali non radioattivi verranno smaltiti come rifiuti convenzionali o destinati al rimpiego o riciclo. La valutazione di Bruxelles si basa sulle disposizioni del Trattato Euratom, inerente alla sicurezza di approvvigionamento in energia atomica, ma "non pregiudica" - si legge nel testo - eventuali valutazioni supplementari: "ad esempio, gli aspetti ambientali andrebbero ulteriormente esaminati". ( fonte Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centrale, Europa rassicura sullo smaltimento scorie di Latina

LatinaToday è in caricamento