Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Borgo Grappa

Cocaina in casa, arrestato si giustifica: “Spaccio per lavorare”

Operazione della finanza di Terracina; in manette un giovane di 30 anni di Borgo Grappa. Nella sua abitazione oltre alla polvere bianca anche 3mila euro probabile provento dello spaccio

“Vendo cocaina per lavorare”. Queste le parole con cui si è giustificato un 30enne di Borgo Grappa, ma di origini calabresi, al momento del suo arresto da parte della guardia di finanza di Terracina.

Conseguenze della crisi? Chi lo sa, resta il fatto che nella sua abitazione a seguito di una perquisizione sono stati scoperti 70 grammi di polvere bianca e il materiale per il confezionamento delle dosi.

L’accusa per lui è di detenzione di sostanze stupefacenti. Il giovane, già noto alle fiamme gialle per precedenti di droga e da tempo dedito allo spaccio nelle varie piazza di Latina e provincia, è stato sorpreso in un bar e poi condotto dagli uomini in divisa presso la sua abitazione dove è stata effettuata una perquisizione.

Durante i controlli i finanzieri hanno scoperto 70 grammi di cocaina purissima, un bilancino di precisione usato per il confezionamento delle dosi e circa 3mila nascosti in una cassaforte, secondo i militari probabile provento dell’attività di spaccio.

Il giovane finito in manette è stato giudicato nella mattinata di ieri con il processo per direttissima e condannato.

Le stesse fiamme gialle, a seguito della richiesta da parte dei dirigenti di alcune scuole di Terracina, hanno effettuato diversi controlli, anche con l’aiuto delle unità cinofile del gruppo di Formia, presso gli istituti della città con l’obiettivo di reprimere l’uso e lo spaccio di stupefacenti tra gli studenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cocaina in casa, arrestato si giustifica: “Spaccio per lavorare”

LatinaToday è in caricamento