Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

“Smart drugs”, maxi operazione in tutta Italia. In manette 2 anche pontini

Di Formia e Minturno due dei 19 arrestati coinvolti nel commercio delle droghe sintetiche in apparenza destinate ad usi leciti ma con gli effetti allucinogeni degli stupefacenti proibiti

Ci sarebbero anche un 27enne di Formia ed un coetaneo di Minturno tra le persone coinvolte nella maxi operazione condotta in tutta Italia contro quelle che vengono conosciute come le “smart drugs”, vale a dire le droghe di sintesi vendute come prodotti apparentemente leciti ma che in realtà hanno gli stessi effetti allucinogeni delle sostanze proibite.

L’operazione condotta dai carabinieri del Nas di Roma e Catania insieme all’Ufficio Antifrode Centrale dell'Agenzia delle Dogane e ha portato all’arresto di 19 persone di cui 6 in carcere e 13 agli arresti domiciliari.

Le materie prime per la realizzazione delle sostanze provenivano dalla Cina; una volta entrate nel territorio italiano, queste venivano lavorate e miscelate con altri materiali per andare a formare dei prodotti confezionati che all’apparenza sembravano profumatori o aromatizzanti e che venivano distribuiti all’interno di negozi associati.

L’indagine, coordinata dalla DDa e dalla Procura di Catania, era partita in seguito alla denuncia di persone che avevano accusato dei malori in seguito all’assunzione di queste “smart drugs”.

Le accuse per i 19 arrestati, tra cui i 2 pontini, sono di associazione per delinquere finalizzata al commercio di prodotti pericolosi per la salute, traffico di sostanze stupefacenti e ricettazione.

Oltre ai fermi l’operazione ha portato anche al il sequestro di 12 negozi, per un valore di oltre 1,5 milioni di euro, inclusi 2 distributori automatici di vendita e l’oscuramento del sito web dell’azienda torinese, capofila del traffico illecito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Smart drugs”, maxi operazione in tutta Italia. In manette 2 anche pontini

LatinaToday è in caricamento