Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Rifiuti, superata l’emergenza: quelli di Latina andranno ad Aprilia

Attuata la proposta avanzata durante il tavolo in Prefettura: Latina continuerà a conferire ad Aprilia, le eccedenze al limite giornaliero dei Comuni pontini andranno poi negli impianti di Colfelice e Castelforte

Scongiurata l’emergenza rifiuti a Latina: il comune pontino continuerà a conferire ad Aprilia.

Questa la novità delle ultime ore. Martedì scorso durante il tavolo tecnico, il prefetto D’Acunto aveva concesso 48 ore per trovare una soluzione che scongiurasse l’emergenza – scoppiata dopo che la Rida aveva deciso di ridurre le quantità di rifiuti conferite dal Comune di Latina -, e oggi da piazza del Popolo hanno annunciato che ogni rischio è stato superato dal momento che sarà attuata la proposta avanzata dalla stessa amministrazione, e in particolare dal sindaco Di Giorgi, proprio durante l’incontro di tre giorni fa.

Il Comune di Latina, quindi, continuerà a conferire tutti i suoi rifiuti alla Rida Ambiente di Aprilia per il pretrattamento. Con un’apposita nota la Regione Lazio, Dipartimento Istituzionale e Territorio, ha comunicato alla Rida di concordare con i Comuni della provincia di Latina le modalità dei gestione del conferimento secondo due elementi: rispetto della quantità giornaliere di rifiuti da poter trattare senza superare il limite previsto e conferimento delle quantità eccedenti il limite giornaliero da parte dei  Comuni pontini presso gli impianti di Colfelice e Castelforte, nel rispetto del principio di prossimità secondo cui i Comuni chiamati a conferire in questi ultimi due impianti sono quelli ad essi più vicini.

“Siamo pienamente soddisfatti che ci sia stato il superamento dell’emergenza rifiuti – afferma il sindaco Giovanni Di Giorgi - con l’attuazione della proposta fatta dal Comune di Latina e da me avanzata nella riunione del tavolo tecnico in Prefettura, proposta che va nella direzione di rispettare la normativa e tutelare i cittadini. Latina continuerà a conferire i rifiuti a Rida, nel pieno rispetto del contratto stipulato, mentre in caso di surplus delle quantità giornaliere, i Comuni più vicini a Colfelice andranno a conferire in questo impianto. Viene così ripristinato in maniera ottimale il ciclo di conferimento, con beneficio anche per gli altri comuni della provincia. La nostra era una proposta logica e di immediata e facile attuazione. Ringrazio il Prefetto di Latina, che si è attivato creando i presupposti per l’apertura del tavolo tecnico e che ritenuto valida la nostra proposta, e ringrazio la Regione Lazio, in particolare l’assessore alle Politiche del territorio e ai Rifiuti, Michele Civita, per aver ben compreso la situazione ed aver aderito al tavolo stesso. Il mio ringraziamento va anche agli uffici comunali che hanno prontamente agito per affrontare e risolvere l’emergenza”.

“L’emergenza che si era venuta a determinare – afferma il vice sindaco e assessore all’ambiente Fabrizio Cirilli – è stata consequenziale a un quadro d’insieme che da mesi stiamo evidenziando. Le modalità con cui essa si è risolta dimostrano che solo attraverso sinergie istituzionali e comprensione delle problematiche nella loro interezza e complessità si può arrivare a creare un processo volto a pianificare il corretto conferimento dei rifiuti del nostro territorio”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, superata l’emergenza: quelli di Latina andranno ad Aprilia

LatinaToday è in caricamento