Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Tra tagli e scarsità di risorse, quale futuro per le forze di polizia?

Giannini dell'Anaspol: "Mentre le amministrazioni vanno avanti con i tagli, le forze di polizia si riuniscono e collaborano, e il successo del corso di formazione che si è tenuto a Fondi ne è un esempio"

Massiccia partecipazione ieri da parte delle diverse forze di polizia del territorio pontino al corso di formazione professionale che si è tenuto al Palazzo Caetani di Fondi. Organizzato dal comando della polizia locale era incentrato sul tema dei fermi e dei sequestri dei veicoli in caso di violazioni al codice della strada.

Tenuto dal comandante della polizia stradale di Latina, Francesco Cipriano, il corso ha riscosso un notevole successo in termini di partecipazione con la presenza di diversi comuni e di diversi operatori non solo della polizia locale, ma anche delle altre forze tra cui carabinieri, polizia di stato, polizia stradale, guardia di finanza.

Mentre le amministrazioni vanno avanti con i tagli, le forze di polizia si riuniscono e collaborano fra di loro, e il successo del corso che si è tenuto a Fondi ne è un esempio” ha commentato Stefano Giannini dell’Anaspol – Associazione Nazionale Agenti e Sottoufficiali delle Polizie Locali.

E proprio quello dei tagli ai presidi di polizia – che nel territorio pontino potrebbe interessare la polizia postale - è uno dei temi caldi di questo periodo con la spending review che il Governo starebbe per mettere in campo che va ad aggiungersi all’annoso problema della carenza delle risorse e di personale a cui le forze di polizia sono costrette da tempo anche in provincia di Latina, e che va inevitabilmente ad incidere sul servizio, in termini di sicurezza, offerto al cittadino.

Per strada c’è una grande sinergia tra le diverse forze di polizia – spiega Giannini -; quello che invece notiamo è sempre una maggiore resistenza negli alti vertici. Nel senso che sono i piani alti delle amministrazioni e delle istituzioni che sembrano sordi alle esigenze di chi ogni giorno opera per la sicurezza dei cittadini.

Io posso parlare nello specifico di quello che accade all’interno della polizia locale e delle difficoltà vissute quotidianamente. Proprio oggi si celebra il 28esimo anniversario della legge quadro della polizia locale, nata vecchia allora e oggi sempre più anacronistica. Ogni giorno il personale della municipale è sempre più impegnato in strada anche in supporto delle altre forze di polizia costrette a fare i conti con carenze di uomini e mezzi; quello che a cui puntiamo adesso, però, sono maggiori garanzie sul lavoro”.

Assicurazione contro le aggressioni, tutela per gli incidenti sul lavoro, passando per la sicurezza e la carenza di personale, queste alcune delle rivendicazioni. “Chiediamo una revisione della legge quadro che salvaguardi innanzitutto il livello operativo e contrattuale, e non parliamo di rivendicazioni economiche – spiega il sindacalista dell’Anaspol -, chiediamo maggiori garanzie per gli agenti che significa migliori servizi anche per i cittadini”.

La proposta potrebbe essere quella di una razionalizzazione delle risorse: “Potremmo guardare a quello che di buono c’è in Europa da questo punto di vista dove di certo non esistono 7 diverse forze di polizia”. Staremo a vedere quale futuro aspetta ora e forze di polizia. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra tagli e scarsità di risorse, quale futuro per le forze di polizia?

LatinaToday è in caricamento