rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Terracina

Aggressione al titolare di un locale di kebab, due carabinieri rinviati a giudizio

I militari, che erano in servizio a Terracina, sono accusati di violenza privata, lesioni aggravate e falso ideologico. L'Arma li ha sospesi

Sono stati rinviati a giudizio per violenza privata, lesioni personali aggravate e falso ideologico commesso da pubblico ufficiale due carabinieri che nella primavera del 2020 erano in servizio presso la Compagnia di Terracina.

Lo ha deciso ieri mattina il giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina Pierpaolo Bortone. L.B., 53 anni e IG.I. di 50 anni,  sono stati denunciati dal titolare di un esercizio commerciale di Terracina che vende kebab il quale ha raccontato che i due militari dell’arma, nel corso di un controllo nel suo locale il 16 maggio 2020, alla vigilia della fine delle pesanti restrizioni del lockdown, lo avrebbero insultato con tono aggressivo e violento tanto che lui ha iniziato a filmare la scena con il suo telefonino. A quel punto i carabinieri lo avrebbero aggredito fisicamente per prendere il cellulare e rimuovere le immagini: per il titolare del locale l’esito è stato una lesione al collo con una prognosi da parte dei medici di cinque giorni. Preso atto della denuncia la Procura ha chiesto e ottenuto a carico dei militari il divieto di avvicinamento alla persona offesa mentre con un provvedimento dell’Arma sono stati entrambi sospesi dal servizio già dalla primavera 2020.

Ieri mattina a conclusione dell’udienza preliminare i carabinieri, assistiti dall’avvocato Giammarco Conca, sono stati rinviati a giudizio davanti al giudice Simona Sergio: la prima udienza del processo è fissata per il 28 settembre prossimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione al titolare di un locale di kebab, due carabinieri rinviati a giudizio

LatinaToday è in caricamento