Terracina, raffica di controlli sulle strade: sei patenti ritirate per guida in stato di ebbrezza

Denunciata una donna rumena che aveva un tasso alcolemico di molto superiore al limite consentito

Polizia stradale in azione, nel fine settimana appena trascorso, contro le stragi del sabato sera. Tre pattuglie della polstrada di Latina, dirette dal vicequestore Alfredo Magliozzi, sono state impegnate in un servizio di pattugliamento delle strade del centro di Terracina, con la presenza del dirigente sanitario della Questura e del personale sanitario. 

I posti di blocco dislocati in città hanno consentito di fermare e controllare complessivamente 110 veicoli e 136 automobilisti. Dalle verifiche attraverso drugread ed etilometro, sette conducenti sono risultati positivi, uno dei quali con un tasso alcolemico di molto superiore al limite consentito. Si tratta di una donna rumena di 36 anni risultata con un tasso alcolemico pari a 2,10. La donna, da anni in Italia e residente a Frosinone, già in passato era stata denunciata per guida in stato di ebbrezza e le era stata revocata la patente di guida. Nei suoi confronti è stato disposto ora il sequestro del veicolo per la successiva confisca. 

Durante il servizio sono  state ritirate in totale sei patenti. I controlli mirati sulle strade, con particolare attenzione al contrasto del consumo di alcol e droga alla guida, continueranno anche nei prossimi giorni e si estenderanno a tutta la provincia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due giovani fermati in auto, i parenti raggiungono la Questura e protestano: un agente ferito

  • Latina, due rapine in un'ora: colpiti un alimentari e un tabaccaio. Pestaggio al titolare

  • Truffe, ecco come raggiravano gli anziani: la telefonata tra una vittima e l'indagato

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Vincenzo Rosato perde la vita in un incidente a Pomezia, cordoglio per la morte del medico

  • Mega incidente sull'Appia a Sabaudia, auto si ribalta: sei feriti

Torna su
LatinaToday è in caricamento