rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Cronaca Terracina

Terracina, contrasto alla pesca illegale: sequestrate 30 nasse dalla Guardia Costiera

La scoperta nell'ambito della consueta attività di controllo di sicurezza della navigazione, ambientale e controllo delle attività di pesca

Attività della Guardia Costiera contro il fenomeno della pesca illegale che ha portato a Terracina al sequestro di ben 30 nasse. 

Durante la consueta attività di controllo di sicurezza della navigazione, ambientale e controllo delle attività di pesca, la motovedetta si è imbattuta in attrezzi da pesca collocati abusivamente. Ad un primo sguardo apparivano come due contenitori di plastica, ma l’esperienza e la professionalità del personale della Guardia Costiera ha fatto intuire che potesse trattarsi di un segnale da pesca illegale. A tali contenitori, infatti, era collegata una cima di circa 150 metri a cui erano assicurate le 30 nasse con rispettive esche. 

Il personale della motovedetta ha provveduto al recupero degli attrezzi abusivi e alla successiva liberazione del prodotto ittico rinvenuto, reimmettendolo in mare, in quanto ancora vivo. 

Gli uomini della Guardia Costiera di Terracina continuano nelle loro attività di controllo per tutto il periodo estivo e ricordano, l’importanza di “attenersi alle norme che regolano l’attività di pesca sportiva\ricreativa e professionale attraverso il puntuale rispetto della norme in materia a tutela della risorsa ittica”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terracina, contrasto alla pesca illegale: sequestrate 30 nasse dalla Guardia Costiera

LatinaToday è in caricamento