rotate-mobile
Lunedì, 8 Agosto 2022
Cronaca

Una panchina rossa dipinta dai cittadini: Sermoneta dice “no” alla violenza sulle donne

L’iniziativa voluta dall'assessore ai servizi sociali Chiara Caiola a Pontenutovo. Allo studio c'è la creazione di uno sportello di ascolto e di aiuto per le donne che subiscono maltrattamenti

Una panchina rossa a Sermoneta per dire no” alla violenza sulle donne.

In tanti, tra cittadini ed esponenti dell’Amministrazione comunale, ieri hanno voluto lasciare un segno concreto contro la violenza di genere dipingendo una panchina di rosso all'esterno del piazzale antistante la chiesa di San Tommaso d'Aquino nella frazione di Pontenuovo

I cittadini si sono alternati col pennello per passare il rosso sulla panchina che resterà nel piazzale come monito rispetto a una sempre crescente violenza che si consuma all'interno delle mura domestiche. La manifestazione, voluta dall'assessore ai servizi sociali Chiara Caiola, è stata aperta dalle testimonianze di alcune donne vittime di violenza. Al termine, il gesto simbolico della pittura rossa che ha ricoperto per intero la panchina.

“Una manifestazione che voleva essere fortemente simbolica – spiega l'assessore Chiara Caiola – perché solo dando segnali concreti possiamo far arrivare il nostro messaggio: coloro che subiscono violenza devono trovare il coraggio di denunciare”. 

Allo studio c'è la creazione di uno sportello di ascolto e di aiuto per le donne che subiscono maltrattamenti, anche psicologici, nel focolare della propria casa. “Il Comune di Sermoneta è in prima linea per contrastare ogni forma di violenza, non è ammissibile restare impassibili davanti una tale escalation di violenza”, conclude l'assessore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una panchina rossa dipinta dai cittadini: Sermoneta dice “no” alla violenza sulle donne

LatinaToday è in caricamento