rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Economia

Cassa integrazione in deroga a rischio per i lavoratori pontini

L'Ugl denuncia: "Se non riusciamo a garantire il parziale sostegno economico, si rischia di avere migliaia di persone a rischio sopravvivenza"

Siamo in emergenza continua. Questo il commento dell’Ugl in tema di ammortizzatori in deroga per i lavoratori della provincia di Latina.

Infatti, oltre ai problemi legati all’incertezza degli stanziamenti per il proseguo della cassa integrazione in deroga da giugno 2013, i lavoratori della provincia di Latina stanno vivendo ora un ulteriore dramma.

Come spiega la sigla sindacale, sui 4 mesi sui quali il ministro Fornero in accordo con la Regione Lazio, ha stanziato 38 milioni di euro a parziale copertura del 2013, e che hanno prodotto da gennaio ad oggi circa 1200 accordi tra sindacati e aziende per fornire uno strumento di copertura per chi non è più in condizione di fornire lavoro e stipendi, non ci sono ancora le determine firmate dai Funzionari della Regione.

“Il primo problema evidenziato era che non era stato ancora pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto di stanziamento – spiega l’Ugl -. Ora dall’Ufficio Determine della Regione, vista la pubblicazione del Decreto del 20 marzo, pare che non ci sia ancora la nomina del nuovo Funzionario del Settore Lavoro che dovrebbe vistare le determine ormai pronte, e in attesa delle firme”.

“Oltre a questi problemi, in attesa che si risolvano, la novità per il 2013 è stata che l’Inps non ha più disposizioni per anticipare i primi 4 mesi, e quindi ci sono lavoratori che da gennaio non hanno più ricevuto un euro di sostegno continua la sigla sindacale -. Se consideriamo che molti di loro sono a zero ore, si sta creando una vera e propria emergenza sociale, anche sul nostro territorio, tempestato dalla crisi e dalle chiusure di aziende in tutti  i settori. Inoltre alcuni lavoratori sono ancora in attesa dei saldi del 2012”.

Gial, Imp ex Icom, Cm Latina, Allufer, sono solo alcune delle realtà in cui si attende da mesi che la burocrazia faccia il suo corso. “Chiediamo alla nuova Regione che dia seguito in tempi brevi alle nomine per accelerare i tempi di definizione delle nomine dei nuovi funzionari - commenta il segretario provinciale Ugl Maria Antonietta Vicaro - . Siamo ormai in emergenza continua, ma se non riusciamo neanche più a garantire il parziale sostegno economico, si rischia di avere  migliaia di persone a rischio sopravvivenza. Oltre ai prossimi stanziamento in discussione al governo, chiediamo che su quanto già stabilito, si inizi a dare un seguito pratico, e a far arrivare i soldi nelle tasche dei lavoratori sospesi dal lavoro, attendiamo fiduciosi che la giunta Zingaretti dia risposte in tempi brevi.”

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassa integrazione in deroga a rischio per i lavoratori pontini

LatinaToday è in caricamento