Economia

Chiusura della Sapa, Consiglio intercomunale. Il 21 incontro in Regione

Sottoscritto dai sindaci e dai consilgieri regionali presenti questa mattina davanti i cancelli della Sapa un documento concordato con i sindacati per avviare un tavolo sull'emergenza occupazionale del territorio

Si è svolto questa mattina davanti la sede della Sapa di Fossanova il Consiglio intercomunale a cui hanno partecipato numerosi sindaci della provincia di Latina, ma anche alcuni consiglieri regionali pontini che si sono schierati al fianco dei 136 lavoratori a rischio e dei sindacati in questa dura battaglia.

Sottoscritto un documento concordato con le segreterie provinciali di Cgil, Cisl e Uil di Latina in cui si chiede di aprire in Regione un “Tavolo interassessorile permanente sull’emergenza occupazionale, la formazione e lo sviluppo economico”.
Nel documento, indirizzato al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e agli assessori regionali al Lavoro, Formazione e Sviluppo Economico, si chiede che vengano messe in atto tutte le azioni necessarie ad evitare la chiusura del sito e l’ennesima crisi occupazionale e sociale, di portare questa situazione all’attenzione del Governo, e si ricorda come la provincia pontina ‘configura nella somma dei numeri che compongono la sua crisi, un’area di crisi complessa’ e si chiede l’apertura urgente di un tavolo di confronto.

Intanto per mercoledì 21 maggio è stato fissato un incontro in Regione.

“Occorre aprire urgentemente la ‘Questione Latina’ per affrontare una volta per tutte le crisi industriali di questo territorio, ormai allo stremo, con proposte concrete e strumenti in grado di programmare lo sviluppo” ha commentato la consigliera regionale del gruppo “Per il Lazio” Rosa Giancola.
“Non potevamo derogare al nostro ruolo di fronte all’ennesimo annuncio di una chiusura aziendale – aggiunge la consigliera Giancola – Per questa ragione ho sollecitato gli assessorati regionali competenti e condiviso un atto che punti finalmente in maniera costruttiva i riflettori sulla situazione di crisi che sta vivendo il territorio”.

La Sapa di Fossanova non si tocca. Questo il grido dei lavoratori che questa mattina davanti ai cancelli dell’azienda hanno preso parte al consiglio comunale straordinario del Comune di Pontina a cui ho partecipato. Questa la determinazione e la battaglia che porterò avanti come consigliere regionale di Forza Italia, come uomo che vive questa provincia e che è al fianco degli operai e delle loro famiglie” ha commentato il consigliere regionale di  Forza Italia Giuseppe Simeone.

Quelli fatti oggi “sono piccoli passi, certo, ma sono il frutto di una sinergia a tutti i livelli istituzionali – ha concluso Simeone -. Solo facendo squadra possiamo sconfiggere questo cancro che ha colpito la nostra provincia e la sta portando sul baratro della recessione. Per combattere e vincere questa sfida dobbiamo pretendere che questa provincia ottenga tutti gli strumenti, infrastrutturali, logistici per tornare ad essere competitiva, per tornare ad essere il territorio in cui le aziende vogliono investire. Solo se andiamo alla radice del problema potremo mettere un punto a questa desolazione che sta sostituendo la ricchezza che il lavoro produce”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiusura della Sapa, Consiglio intercomunale. Il 21 incontro in Regione

LatinaToday è in caricamento