Martedì, 26 Ottobre 2021
Economia

Ultimatum Coldiretti: “Per kiwi e mais basta annunci, ma azioni concrete”

La confederazione stringe i tempi sui due problemi dell'agricoltura pontina chiedendo alla Regione di mantenere fede alle promesse: informazione per la diabrotica e fondi per i kiwi

Il problema della diabrotica del mais e della batteriosi del kiwi continuano a far discutere. E dopo la rumorosa protesta dei Cra di Danilo Calvani lo scorso venerdì davanti l’ingresso dell’Istituto San Benedetto di Borgo Piave, e la minaccia degli stessi, insieme al Movimento Dignità Sociale, di seguire il filone delle contestazioni dei Forconi che hanno paralizzato la Sicilia, torna in campo anche la Coldiretti.

Certamente una linea più soft, quella della confederazione, ma mirata allo stesso modo alla tutela del patrimonio agricolo locale. “Coldiretti Latina continua con impegno a seguire le vicende legate alle problematiche della diabrotica del mais e del kiwi” ha dichiarato il direttore della sede pontina, Saverio Viola.

E le iniziative partiranno già domani, con una lettera inviata all’assessore regionale alle politiche agricole della Regione Lazio, Angela Birindelli, anche alla luce dell’incontro avuto tra le parti lo scorso giovedì, all’interno della quale si chiede di mantenere viva l’attenzione sulla diabrotica del mais; mentre nel consiglio regionale di martedì verranno approvate le linee guida da seguire e si ribadirà la necessità di chiedere alla Regione non solo di mantenere fede agli impegni presi ma anche di trasformarli in azioni concrete.

"Ora – afferma Viola -, per evitare un allarmismo eccessivo, occorre pianificare, organizzare e realizzare i seminari, come chiesto da Coldiretti, per togliere dubbi e illustrare la situazione. Solo così si potrà tranquillizzare il territorio circa le azioni per contenere la diffusione della diabrotica e non di sfavorire l’agricoltura pontina”.

Stesso discorso vale anche per la questione del kiwi: “La vicinanza e l’impegno dell’amministrazione Polverini per tutelare il comparto del kiwi, unico primato agricolo del Lazio e tra i più importanti a livello nazionale, si deve tradurre a breve con un impegno finanziario che preveda, così come detto più volte nel passato, i 5 milioni di euro stimati come utili a combattere l’emergenza. Inoltre, così come garantito dal Ministero a Coldiretti e Regione Lazio, nel luglio scorso,  è indispensabile individuare risorse statali aggiuntive con le quali garantire la sopravvivenza del settore.

“Per questo – conclude Viola -  Coldiretti continua a tenere alta la guardia e a reclamare impegni concreti nel più breve tempo possibile senza strumentalizzazioni di nessun tipo da parte di nessuno”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ultimatum Coldiretti: “Per kiwi e mais basta annunci, ma azioni concrete”

LatinaToday è in caricamento