Martedì, 19 Ottobre 2021
Economia

Pensionati: 8 su 10 vive con meno di 1000 euro, il 50% non supera i 500

Sono i numeri che emergono dallo studio della Uilp in riferimento al 2013. Il riconfermato segretario provinciale Francesca Salvatore: “Ridurre i costi della politica, per aumentare gli importi delle pensioni”

Nella provincia pontina 8 pensionati su 10 non superano i mille euro al mese del totale delle pensioni erogate, mentre, addirittura, 5 pensionati su 10 non superano i 500 euro al mese. Sono questi alcuni dei numeri che emergono dallo studio condotto dalla Uil Pensionati di Latina che ha elaborato i dati dell’Inps sulle pensioni erogate nel 2013 nel territorio pontino.

I NUMERI – “A Latina, spiega - Francesca Salvatore, segretario generale della Uil Pensionati di Laitna - sono oltre 146 mila i pensionati e ricevono mediamente un assegno mensile pro capite di 715 euro, più basso della media nazionale (750 euro).

Nel dettaglio il 7% dei pensionati (10.222 persone), vive con meno di 250 euro al mese ricevendo mediamente un assegno di 118 euro; il 45,8% del totale dei pensionati (67.125 persone), vive con meno di 500 euro, ricevendo mediamente un assegno di 425 euro mensili; il 19,2% (28.199 persone), vive con meno di 750 euro (mediamente un assegno mensile di 610 euro; l’8,7% (12.729 persone) non supera i mille euro al mese, ricevendo mediamente un assegno mensile di 869 euro; il 6% (8.750 persone), ricevono un assegno medio di 1.117 euro al mese; il 4,8%% (6.985 persone), un assegno di 1.389 euro. Soltanto lo 0,9% del totale dei pensionati (1.246 persone), riceve un assegno superiore ai 3 mila euro al mese.    

COSA FARE - La priorità è il potere di acquisto delle pensioni, spiega ancora Francesca Salvatore, in quanto analizzando i dati degli importi pensionistici emerge con nettezza e in tutta la sua drammaticità l’esiguità delle somme erogate, non soltanto a livello nazionale, ma anche nella provincia di Latina.

“Più che parlare di contributi di solidarietà sulle pensioni, nel nostro Paese c’è bisogno di ben altre riforme, a partire da quelle istituzionali per ridurre i “costi della politica”, ad iniziare dalla riduzione del numero dei parlamentari, dei consiglieri ed assessori. Si deve, inoltre, estendere ai pensionati il “bonus fiscale” promesso dal Governo ai lavoratori dipendenti.

La Uilp di Latina – continua il segretario provinciale - si impegnerà a livello locale affinchè i sindaci non aumentino le tasse locali quali l’Irpef comunale, la tariffa rifiuti e, soprattutto, la Tasi.

IL SEGRETARIO - Francesca Salvatore è stata riconfermata all’unanimità segretario generale della Uil Pensionati di Latina al termine dei lavori del 10° Congresso Provinciale dell’Organizzazione che si è svolto il 14 Aprile. Hanno partecipato al dibattito: Marilena Sovrani la delegata del sindaco del Comune di Latina, senatore Claudio Moscardelli,  onorevole Sesa Amici sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Omar Sarubbo presidente della Commissione Trasparenza del Comune di Latina.

Affiancheranno il neo Segretario nella Segreteria Provinciale: Carlo Pezzoli, Natale Valerio, Roberto Primucci, Benedetto Rinaldi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pensionati: 8 su 10 vive con meno di 1000 euro, il 50% non supera i 500

LatinaToday è in caricamento