Corden Pharma, prorogata la cassa integrazione per 171 unità

Anche in Regione i sindacati si dividono sulla ratifica dell'accordo siglato in Confindustria: favorevoli Cgil, Cisl e Uil, no dall'Ugl. Entro il 2013 saranno circa 200 gli esuberi

Restano le divisioni tra i sindacati anche dopo l'esame congiunto in Regione dell'accordo raggiunto il 26 luglio scorso sul futuro della Corden Pharma di Sermoneta. Cgil, Cisl e Uil da una parte, Ugl dall'altra: rimane netta la contrapposizione di giudizio sull'intesa che prevede il prolungamento di un anno della procedura di mobilità per 171 dipendenti.

I sindacati unitari continuano a considerare l'intesa raggiunta con i vertici dell'azienda l'”unica possibile”, mentre l'Ugl resta fortemente critica rispetto alle prospettive del sito produttivo e torna a puntare il dito contro la Corden Pharma per non aver rispettato gli impegni.

L'accorso sottoscritto il mese scorso dai rappresentanti sindacali di Filtcem Cgil, Femca Cisl e Uilcem Uil e dai vertici dell'azienda che ha rilevato il sito dell'ex Bristol prevede la riduzione di otto unità degli iniziali 179 dipendenti in esubero. L'intesa prevede il congelamento dei licenziamenti fino al 1 settembre 2013 e il ricorso ad un anno di cassa integrazione guadagni straordinaria per le persone in esubero, che potranno scegliere se accedere, alla scadenza alla cig, alla mobilità o se invece lasciare prendendo la buona uscita che consiste in tre annualità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il piano di ristrutturazione aziendale, nell'ottica del management della Corden Pharma, dovrebbe rilanciare il sito e permettere il mantenimento del restante livello occupazionale, costituito da altre 500 unità. Fortemente critica è invece la posizione dell'Ugl Chimici, secondo cui l'intesa raggiunta dall'azienda con i sindacati unitari non offre alcuna garanzia ai lavoratori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Aggressione sulla pista ciclabile, l'arrestato al giudice: "Le ragazze mi avevano rubato il telefono"

  • Fiumi di droga dalla Spagna al sud pontino: 22 arresti. Armi e bombe per eliminare i rivali

  • Coronavirus Latina: nessun caso in provincia, 9 nel Lazio. Attenzione puntata sui voli internazionali

  • Operazione antidroga dei carabinieri nel sud pontino: 22 in manette. I nomi degli arrestati

  • Coronavirus: due nuovi casi e un decesso in provincia. Vietato abbassare la guardia

Torna su
LatinaToday è in caricamento