rotate-mobile
Economia

Tassa sulla pubblicità, De Marchis: “Verifiche su accertamenti Dogre”

Accolta dalla Commissione Bilancio la richiesta del capogruppo del Pd: "Necessario sospendere gli accertamenti in corso e modificare il regolamento sulla pubblicità"

Ancora sulla tassa per la pubblicità. Nell’ultima seduta di ieri, infatti, la Commissione Bilancio ha accolto la richiesta del capogruppo del Pd, Giorgio De Marchis, di avviare una fase di verifica sugli accertamenti Dogre proprio in riferimento alla tassa sulla pubblicità e quella di occupazione del suolo pubblico.

“La campagna di accertamenti della Dogre – continua De Marchis - nonostante le rassicurazioni dell’assessore al Bilancio, continua ad avvenire. Questo fatto rappresenta un pregiudizio notevole per molte aziende della città che stanno ricevendo quotidianamente bollette di accertamento per svariate migliaia di euro. Abbiamo chiesto la convocazione della commissione Bilancio – aggiunge il capogruppo - e nella seduta di oggi abbiamo sostenuto la necessità di avviare una doppia azione mirata in primo luogo a sospendere  gli accertamenti in corso e poi a modificare il regolamento sulla pubblicità che ha consentito l’accertamento retroattivo”.

“Pensiamo che l’amministrazione debba impegnarsi in questo sforzo – dice ancora il capogruppo del Pd - perché le imprese vanno aiutate iniziando dalla riduzione della tassazione che colpisce così duramente in un momento di crisi. L’impegno della commissione dopo la nostra proposta – conclude Giorgio De Marchis – è quello di avviare le procedure di modifica del regolamento e di allargare il confronto agli assessori e ai rappresentanti di categoria per trovare una via di uscita che consenta l’eliminazione degli avvisi di avvisi di accertamento emessi”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tassa sulla pubblicità, De Marchis: “Verifiche su accertamenti Dogre”

LatinaToday è in caricamento