rotate-mobile
Le iniziative

La solidarietà della comunità pontina al popolo Ucraino: iniziative in tutti i comuni

Un minuto di silenzio da parte dei sindaci davanti ai palazzi comunali del territorio. A Latina un ordine del giorno in Consiglio comunale

In segno di solidarietà al popolo ucraino il sindaco Damiano Coletta ha osservato, alle 12.30 di oggi, venerdì 25 febbraio, un minuto di raccoglimento indossando la fascia tricolore di fronte al palazzo comunale di Latina. L’iniziativa è stata concordata con tutti i sindaci della provincia pontina per esprimere, a nome dell’intera comunità, una ferma condanna morale e politica delle azioni di guerra messe in atto dal Governo russo. Il sindaco Coletta ha inoltre proposto un ordine del giorno al Consiglio Comunale, condiviso dal presidente Raimondo Tiero e dai consiglieri all’unanimità, affinché la massima assise cittadina esprima "la più ferma condanna per l’invasione dell’Ucraina e i bombardamenti delle città, avvenuti in spregio ad ogni regola del diritto internazionale per sottomettere uno stato sovrano, rifiutando ogni tentativo d’intesa negoziale e minando la pace e la stabilità dell’Europa".

Il Consiglio Comunale di Latina chiede "al Governo italiano, agli Stati membri e alle istituzioni dell’Unione Europea di impegnarsi in un’iniziativa di contrasto dell’aggressione assumendo le misure necessarie, entro le determinazioni assunte dalla comunità internazionale che l’Onu deve garantire e con un ruolo attivo nelle alleanze difensive, perché l’invasione sia fermata, l’Ucraina sia liberata e si possa tornare all’applicazione degli accordi di Minsk e al rispetto degli accordi di Helsinki, ribadendo il principio fondamentale dell’inviolabilità delle frontiere. Il Consiglio Comunale s’impegna a far sentire al popolo ucraino la vicinanza dei cittadini italiani e la più forte condanna morale e politica di Putin e delle sue azioni di guerra; a creare ogni possibile mobilitazione per la pace e la garanzia del diritto internazionale in concorso con le altre istituzioni locali e con la società civile che si oppone al sopruso e alla sfida portata alla democrazia e alla convivenza dei popoli". Oggi Coletta riceverà in Comune una delegazione di cittadine e cittadini ucraini dell’Associazione “????? ????” per esprimere loro la solidarietà e la vicinanza dell’intera comunità di Latina.

Un minuto di raccoglimento è stato osservato questa mattina da tutti i primi cittadini della provincia. "Alle 12:30 ho osservato un minuto di raccoglimento, sotto il palazzo comunale, per manifestare la vicinanza della nostra comunità al popolo ucraino e per condannare questa guerra voluta da Putin, che come leader politico sarà ricordato per essersi messo dalla parte sbagliata della storia", ha commentato il sindaco di Cisterna Valentino Mantini.

"Si tratta di una guerra inutile, incomprensibile e fuori dal tempo - ha dichiarato anche il sindaco di Fondi Beniamino Maschietto - ci auguriamo che la diplomazia internazionale prenda il sopravvento e oggi siamo qui, con questo gesto simbolico, per dire no a questa e a tutte le guerra e per lanciare un appello al governo russo affinché cessi l'uso delle armi". Il primo cittadino di fondi ha poi lanciato un messaggio di fratellanza leggendo "La luna di Kiev" di Gianni Rodari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La solidarietà della comunità pontina al popolo Ucraino: iniziative in tutti i comuni

LatinaToday è in caricamento