menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Disagi nei collegamento Ponza- Formia, pendolari penalizzati. L'intervento del deputato Trano

Le corse della tratta Ponza - Formia, coperte di solito dalla nave Tetide, attualmente vengono effettuate dalla nave Quirino “sino a nuova comunicazione”, con notevole allungamento dei tempi di percorrenza

I collegamenti tra le isole ponziane e la terraferma, già ridotti durante il periodo invernale, sono attualmente ulteriormente penalizzati. Le corse della tratta Ponza - Formia, coperte di solito dalla nave Tetide,  attualmente vengono effettuate dalla nave Quirino “sino a nuova comunicazione”, con notevole allungamento dei tempi di percorrenza. "Tutto questo è inaccettabile, per molte categorie di pendolari - commenta il deputato pontino del M5S Raffaele Trano - Ci sono lavoratori docenti e Ata che fanno servizio in orario prestabilito e che a causa dei ritardi non riescono a rispettare gli orari, ci sono prodotti postali che arrivano a destinazione dopo un lasso di tempo eccessivo e infine le gravi conseguenze si ripercuotono anche su tutti coloro che devono sottoporsi ad analisi mediche, a cominciare da quelle ematiche".

Trano annuncia di aver contattato l’assessore alla Mobilità della Regione Lazio Mauro Alessandri e il dirigete dell’area Porti e Trasporto marittimo Roberto Fiorelli per informarli del disagio che la scelta della Laziomar sta causando. "Occorre intervenire velocemente - continua il deputato - in previsione del flusso turistico primaverile. Pasqua è alle porte e gli imprenditori aspettano con ansia questo importante trampolino di lancio per la stagione turistica 2020.  Per le isole si tratta di un’occasione da non fallire in un periodo già caratterizzato da una congiuntura sfavorevole. In questi casi un’esperienza negativa può trasformarsi in un danno di immagine per l’isola e pregiudicare l’intera stagione estiva.

I problemi riguardano inoltre anche i lavoratori della stessa compagnia Laziomar, "sottoposti a turni fuori orario rispetto a quelli classici di  partenza ed arrivo". "Ho sollecitato dunque l’assessore ai Trasporti ad esercitare tutte le azioni necessarie nei confronti del gestore privato - conclude - affinché la linea torni ad essere competitiva ed appetibile. Altrimenti, è chiaro, che i turisti prenderanno un’altra direzione e a pagarne il conto saranno, come sempre, le piccole attività. Non lasciamo che chi ha faticosamente resistito in questi anni sia costretto ad abbandonare tutto". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento