Legge contro l'usura, sì del Consiglio regionale. Istituisce un fondo per le vittime

Approvata all’unanimità; punto centrale l'istituzione di un fondo regionale di 4,8 milioni. Giancola: “Punta al reinserimento degli usurati nella cosiddetta economia legale, attribuisce indennizzi ad aziende e famiglie e sostiene le potenziali vittime”

Sì del Consiglio regionale la legge contro l’usura. Con 35 voti favorevoli è stata approvata all’unanimità oggi la proposta di legge n. 64 concernente "Interventi regionali in favore dei soggetti interessati dal sovraindebitamento o dall'usura".

Presentata da Giuseppe Emanuele Cangemi (Ncd) era stata sottoscritta anche dalpresidente del Consiglio stesso Storace (La Destra) e da Olimpia Tarzia (Lista Storace).

Il punto centrale della nuova legge è l'istituzione di un apposito fondo regionale, dotato di 4,8 milioni di euro per i primi due anni, che servirà a finanziare una serie di interventi a favore dei soggetti vittime dell'usura e del sovraindebitamento:
- contributi per la costituzione di parte civile;
- misure di sostegno nei casi di sovraindebitamento e per la prevenzione dell'usura (fino a 50mila euro da restituire in dieci anni);
- indennizzi per il sostegno delle vittime (da un minimo di 5mila a un massimo di 20mila euro);
- misure per favorire la competitività e l'inclusione finanziaria (fino a 25mila euro di dotazione con fondi di garanzia dei Confidi);
- misure per l'assistenza, la tutela e il sostegno psicologico delle vittime;
- contributi a favore degli enti impegnati nella lotta all’usura.

CONSIGLIERA DEL PD GIANCOLA - “Esprimo una forte soddisfazione per la legge approvata oggi in Consiglio Regionale con il voto e la partecipazione di tutti i gruppi presenti in aula. Questa punta direttamente al reinserimento degli usurati nella cosiddetta economia legale, attribuisce indennizzi ad aziende e famiglie e sostiene le potenziali vittime” commenta la consigliera del Pd, Rosa Giancola.

“La norma approvata – prosegue la consigliera Giancola - individua i soggetti interessati: famiglie e piccole e medie imprese, mentre chi dovrà operare sono i Confidi, le fondazioni, le associazioni riconosciute e gli enti di solidarietà. È un tema questo che sento sulla mia pelle e su quella dei miei concittadini. La provincia di Latina, infatti, da tempo è afflitta in maniera pesante dalla piaga dell’usura. Questa legge, invece, dimostra che le istituzioni riescono stare dalla parte dei cittadini, soprattutto quelli che hanno una debolezza personale ed attraversano un angosciante periodo della loro vita”.      

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina: la curva non scende, 244 nuovi casi in provincia. Altri 3 decessi

  • Coronavirus, la curva continua a salire: altri 236 casi, ancora sette morti in 24 ore

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus, racconto dal reparto dei pazienti gravi: "Covid contagiosissimo e pericoloso. L'età si abbassa"

Torna su
LatinaToday è in caricamento