rotate-mobile
Basket

Basket: la Benacquista “trasloca” a Ferentino, lotta e cede a Torino solo all’overtime

Una prova maiuscola dei nerazzurri che senza il favore del proprio pubblico - la gara è stata giocata a porte chiuse - si è arresa solo al tempo supplementare sul risultato di 79-83

Trasloca a Ferentino  - dopo la chiusura del PalaBianchini per criticità strutturali - che al termine di un’ottima partita cede alla Reale Mutua Torino solo all’overtime (79-83 il risultato finale). I nerazzurri non hanno potuto contare sul calore del pubblico nella gara valida per la 12esima giornata, giocando nel silenzio del palazzetto dello sport ciociaro, per via delle disposizioni della Fip che ha imposto di giocare a porte chiuse. 

Quella disputata dagli uomini di coach Sacco è stata una partita intensa, molto fisica, protratta fino al tempo supplementare; una gara che hanno affrontato con il piglio giusto (12-0 in avvio di match) non lesinando sull’energia e sull’impegno (42 minuti di gioco per Parrillo, 40 Alipiev). Una sfida che Latina ha affrontato, dopo pochi minuti dalla palla a due, senza l’importante contributo di Gabriele Romeo, che a seguito di un contatto di gioco è dovuto rimanere in panchina per un problema alla caviglia. L’assenza di Romeo (5 punti in 6 minuti sul parquet) , unita a quella di Viglianisi, infortunatosi nel turno precedente, hanno limitato le rotazioni della Benacquista, che però non ha mollato, ha lottato strenuamente, anche quando sono usciti Mladenov, Gaines(14 punti) e Moretti (11 punti) per cinque falli, riducendo ulteriormente i cambi a disposizione, ma trovando anche in Felix Amo un supporto importante in un momento delicato (una tripla e due liberi).

La Benacquista è arrivata stremata ai minuti finali, ma esce a testa altissima dal confronto con una delle squadre di prima fascia del girone verde. Si torna in campo mercoledì 6 dicembre alle 20:30 al PalaRadi dove i nerazzurri, sfideranno a domicilio la Juvi Cremona in occasione della tredicesima giornata del campionato.

La partita 

PRIMO QUARTO - Parte forte la Benacquista con Alipiev, Gaines e la schiacciata di Moretti per il 6-0 dopo poco più di un minuto di gioco. Buona circolazione di palla per i nerazzurri e vantaggio incrementato dai liberi realizzati da Gabriele Romeo, prima di essere sostituito da Mladenov per un colpo subito (9-0 al 2′). Alipiev firma la prima tripla della serata che porta Latina sul 12-0 con 7:11″ sul cronometro. Time-out Torino. Il gioco riprende, gli ospiti smuovono il proprio punteggio (12-2 con 6:31″ da giocare). Reagiscono i pontini con Moretti e Romeo e, dopo i primi cinque giri di lancette, il punteggio è sul 16-2. Alipiev bissa dall’arco (19-2) Torino prova a reagire (21-8) ma Parrillo firma una tripla siderale e sul tentativo di ripetersi subisce fallo, ma è chirurgico anche dalla lunetta (27-8 al 7”.  Torino prova a ricucire parte del divario, complice qualche ingenuità nerazzurra (29-18 con 25″ sul cronometro). Time-out Latina. Si torna sul parquet, ma nulla di fatto e il periodo si conclude sul 29-18.
SECONDO QUARTO - In apertura di secondo quarto è ancora Torino ad andare a segno, portandosi sotto la doppia cifra di svantaggio (29-20). L’inerzia sembra essere nelle mani degli ospiti (29-22), con Latina che dopo nemmeno due minuti ha già commesso 3 falli di squadra. Si scuote la Benacquista con Cicchetti (31-22 al 12′), ma la situazione falli si complica con il trascorrere dei minuti e con 6:40″ da giocare Cicchetti viene richiamato in panchina perché gravato di 3 falli, al suo posto entra in campo Capitan Fall (31-25). Ulteriori rotazioni sulla panchina pontina con Amo che sostituisce Gaines, mentre Romeo è ancora fermo. AL 15′ è Parrillo a dare uno scossone ai nerazzurri con la tripla del 34-26, ma Latina ha esaurito il bonus già da diversi minuti e i piemontesi ne approfittano per accorciare le distanze dalla lunetta (34-27). I “padroni di casa” faticano a limitare le incursioni degli ospiti (36-31 a 2:40″). Latina è imprecisa su alcuni passaggi, Torino si avvicina ulteriormente, ma Parrillo e Gaines ristabiliscono il +7 al 19 (40-33). La formazione torinese realizza un controparziale e si va al riposo lungo sul 4′-38.
TERZO QUARTO - Al rientro dagli spogliatoi la Reale conquista la parità, ma sul fronte opposto la Benacquista non rimane a guardare e al 23′ è avanti 47-43 grazie ai bei canestri di Alipiev, Gaines e Moretti. Il cronometro segna 6:19″ alla fine del terzo periodo di gioco quando Gaines commette il suo quarto fallo, 10 secondi più tardi Mladenov commette il suo terzo e la Benacquista esaurisce il bonus e Torino va in lunetta (47-45). Con 5:50″ da giocare viene sanzionato anche il quarto fallo personale a Mladenov e Torino dalla lunetta ritrova la parità (47-47). Partita spezzettata, Latina con una situazione falli piuttosto critica e Torino che passa in vantaggio sul 47-48 al 25′. Parrillo non si arrende, Cicchetti nemmeno e al 26′ la Benacquista mette di nuovo la testa avanti (52-48). Al 27′ Mladenov viene richiamato in panchina per raggiunto limite di falli e Torino, grazie ai due liberi, pareggia a 52. Moretti porta i suoi sul 54-52, Parrillo realizza il libero del fallo tecnico sanzionato a Pepe e al 28′ i nerazzurri sono avanti 55-52. Torino recupera e sorpassa nuovamente (55-56 con 1:10″ sul cronometro). Con 56″ da giocare il tabellone segna di nuovo il punteggio in parità, proprio a 56 e non cambierà fino al termine del terzo quarto.
ULTIMO QUARTO - In avvio di quarta frazione Torino sorpassa (56-58) ma è ancora l’inesauribile Sasà Parrillo a permettere alla Benacquista il controsorpasso (59-58 al 32′). La gara continua a vedere continue alternanze nel vantaggio (60-61 al 33′). Scorre il cronometro, la gara è in equilibrio (64-66 al 35′). Parrillo torna in panchina per recuperare un po’ di fiato  dopo non essere mai uscito dal campo, e anche perché gravato di 4 falli, al suo posto Alipiev. Latina pesantemente condizionata dai falli e in debito di ossigeno per il grande dispendio di energie spese per tenere testa a una delle squadre di primissima fascia, cerca di non mollare (66-68 al 37′). Rientra Parrillo sul rettangolo di gioco al 38′ e con 1:35″ da giocare Gaines  firma la parità a 68. Torino è costretta rinunciare a Poser per raggiunto limite di falli. Manca 1:07″ al termine quando Cicchetti concretizza i due liberi  del 70-68. 54″ alla sirena, quinto fallo di Gaines. 13″ al termine Torino firma i due punti della nuova parità (70-70). Time-out Latina. Si torna sul parquet, ma il tiro di Parrillo sulla sirena non va a segno, il quarto termina sul 70 pari e si val supplementare.
TEMPO SUPPLEMENTARE  - Trascorrono 2 minuti del supplementare prima che il punteggio si sblocchi e lo fa Torino concretizzando i due liberi scaturiti dal quinto fallo di Moretti, che torna quindi anzitempo in panchina. Cicchetti nell’area opposta replica per le rime (72-72 al 42′). Torino si porta avanti, Amo risponde dall’arco (75-74) ma Torino con un guizzo firma 4 punti consecutivi che valgono il 75-79 al 43′. Amo concretizza due liberi quando manca un minuto esatto alla fine (77-79). Torino precisa dalla lunetta, Cicchetti realizza per il 79-81 a  26″ dalla sirena, ma non concretizza il tiro libero aggiuntivo. La giostra del fallo sistematico continua, con 10″ sul cronometro Torino si porta sul 79-83. Punteggio che non cambierà decretando il successo del team piemontese.

I tabellini

Benacquista Assicurazioni Latina Basket - Reale Mutua Torino 79-83

Benacquista Assicurazioni Latina Basket:  Gaines 14, Amo 5, Parrillo 18, Collazo n.e., Romeo 5, Mladenov, Cicchetti 11, Viglianisi n.e., Fall, Moretti 12, Alipiev 14, Spadon n.e.
Coach Sacco. Vice Cavazzana. Assistente Tricarico.
Tiri da 2 44% (10/41), tiri da 3 30% (7/23), tiri liberi 88% (22/25)

Reale Mutua Torino: Kennedy 14, Thomas 12, Vencato 11, Ghirlanda 3, Schina 3, Poser 8, Jahier n.e., Loiacono n.e., De Vico 17, Pepe 15.
Coach Ciani. Vice Iacozza. Assistente Siragusa
Tiri da 2 53% (20/38), tiri da 3 29% (7/24), tiri liberi 81% (22/27)

 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket: la Benacquista “trasloca” a Ferentino, lotta e cede a Torino solo all’overtime

LatinaToday è in caricamento