Coronavirus, Inps in ritardo nel pagamento della cassa integrazione: la denuncia di Trano

Moltissimi lavoratori della provincia di Latina non hanno ancora ricevuto il sussidio

Ancora ritardi nell'erogazione della cassa integrazione ai lavoratori della provincia di Latina. La denuncia arriva ancora una volta dal deputato pontino Raffaele Trano che il 23 arzo scorso aveva scritto al Ministro segnalando come, "vista la configurazione dell'apparato che avrebbe dovuto gestire le pratiche, gli sforzi fatti dal Governo per approvare velocemente il decreto a sostegno delle famiglie potevano essere vanificati".

A distanza di oltre un mese la situazione non è assolutamente migliorata e molti lavoratori non hanno ancora ricevuto nulla. "Troppi ormai e decisamente inaccettabili i ritardi nell'erogazione della cassa integrazione per i lavoratori della provincia di Latina" sottolinea il presidente della Commissione finanze della Camera ricordando che già a marzo aveva espresso la sua preoccupazione per "la carenza di personale dell'Inps di Latina, che già nell'ordinario fa fatica a mandare avanti le pratiche. Una segnalazione che avevo fatto al presidente dell'Istituto - ricorda - che proprio in quel periodo aveva assicurato che entro 30 giorni sarebbero state erogate a tutti le prestazioni della cassa integrazione e i bonus. Purtroppo sono stato buon profeta". Trano, alla luce delle numerosissime lamentele relative all'evasione delle pratiche di cassa integrazione e altri ammortizzatori sociali, ha scritto nuovamente al direttore dell'Inps di Latina per conoscere la ragione dei ritardi e chiedergli quali correttivi prevede di adottare nell’immediato per rendere più celere il servizio.

"Occorre una soluzione rapida a un problema che sta mettendo in enorme difficoltà troppe famiglie - sottolinea il cdeputato - e i vertici dell'Inps devono risolvere i problemi in cui si trova la seconda città del Lazio, senza ulteriori tentennamenti e senza pensare che un ufficio provinciale, da tempo in affanno, possa da solo far fronte a una simile situazione. La stessa task force messa su dal direttore, spostando personale da altri settori, e gli altri sforzi fatti evidentemente non bastano. Se non vi saranno rapidi e risolutivi interventi chiederò allo stesso Ministro del lavoro di venire in aula alla Camera a chiarire quanto sta accadendo".

Coronavirus Latina e provincia: le notizie di oggi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il paziente piange, l'infermiera del reparto covid si ferma e lo rassicura. Lo scatto diventa virale

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Coronavirus Latina, altra impennata: 382 nuovi casi in provincia. Un decesso

  • Vaccini agli over 80: avviso ai medici di medicina generale. Si parte il primo febbraio

  • Coronavirus Latina: sono 119 i nuovi casi positivi in provincia. Un altro decesso

Torna su
LatinaToday è in caricamento