Lunedì, 18 Ottobre 2021
Attualità

Coronavirus, nel Lazio meno di 300 contagi giornalieri. In calo il numero dei ricoverati

Sono 291 i casi oggi; scende il dato del rapporto tra positivi e tamponi all’1,4%; sono poco più di 10mila gli attuali positivi. Tutte le informazioni sulla terza dose del vaccino

Su 20.156 tamponi (di cui 9.966 tamponi e 10.190 tamponi) sono 291 i nuovi casi di coronavirus in tutto il Lazio: il dato, diffuso dal’Assessorato alla Sanità della Regione, è in calo di 10 unità rispetto alla giornata di ieri, e di 80 rispetto ad una settimana fa. Scende all’1,4% anche il rapporto tra positivi e tamponi. Nelle scorse 24 ore, poi, sono stati 4 i decessi, 533 i guariti.

Diminuisce anche il numero dei ricoverati, sia nei reparti ordinari degli ospedali laziali, che sono 421 (-13 in un giorno) che nelle terapie intensive occupate che sono 51 (-1).

Coronavirus Lazio: i contagi nelle singole province

Dei 291 contagi di oggi, 220 sono nella provincia di Roma (147 solo nella Capitale), mentre 71 sono distribuiti tra le altre province: 29 sono i casi accertati in Ciociaria, 18 nel territorio pontino, 13 nella provincia di Viterbo e 11 in quella di Rieti. I decessi sono stati registrati tutti nella provincia di Roma.

Coronavirus Latina: i dati aggiornati di oggi

Coronavirus Lazio: il bollettino di oggi 22 settembre

Questo il quadro generale in tutto il Lazio: sono più si 382mila i contagi totali accertati dall’inizio della pandemia; 363.236 sono i guariti, 8.612 i decessi; ad oggi si contano più di 10mila attuali positivi e 9.838 di questi sono in isolamento domiciliare a casa e non necessitano di cure ospedaliere.

coronavirus_lazio_bollettino_22_09_21-2

La campagna vaccinale

Per quanto riguarda la dose addizionale del vaccino è online la pagina di prenotazione solo per le categorie elencate nella circolare del Ministero della salute-Direzione generale prevenzione del 14/09/2021. Queste categorie possono usufruire della chiamata attiva nelle strutture dove sono in carico, oppure della prenotazion; nel dettaglio: trapianto di organo solido in terapia immunosoppressiva; - trapianto di cellule staminali ematopoietiche (entro 2 anni dal trapianto o in terapia immunosoppressiva per malattia del trapianto contro l’ospite cronica); - attesa di trapianto d’organo; - terapie a base di cellule T esprimenti un Recettore Chimerico Antigenico (cellule CART); - patologia oncologica o onco-ematologica in trattamento con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi o a meno di 6 mesi dalla sospensione delle cure; - immunodeficienze primitive (es. sindrome di DiGeorge, sindrome di Wiskott-Aldrich, immunodeficienza comune variabile etc.); - immunodeficienze secondarie a trattamento farmacologico (es: terapia corticosteroidea ad alto dosaggio protratta nel tempo, farmaci immunosoppressori, farmaci biologici con rilevante impatto sulla funzionalità del sistema immunitario etc.); - dialisi e insufficienza renale cronica grave; - pregressa splenectomia; - sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS) con conta dei linfociti T CD4+ < 200cellule/µl o sulla base di giudizio clinico. Tutte le info sul portale salutelazio.it. 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, nel Lazio meno di 300 contagi giornalieri. In calo il numero dei ricoverati

LatinaToday è in caricamento