Sabato, 15 Maggio 2021
Attualità

Sabaudia, la stagione balneare parte l’8 maggio. Tutte le regole da seguire in spiaggia

L’ordinanza firmata dal sindaco Giada Gervasi in linea con le indicazioni fornite dalla Regione Lazio. Indicate tutte le disposizioni che valgono per spiagge libere e stabilimenti. Le misure per il contrasto al coronavirus

La stagione balneare quest’anno inizia l’8 maggio a Sabaudia. A stabilirlo l’ordinanza firmata dal sindaco Giada Gervasi secondo le direttive della Regione Lazio. Ad aprile, infatti, il presidente Nicola Zingaretti aveva firmato l’apposito decreto che consentiva la possibilità di frequentare il litorale del Lazio a fini balneari già dal 1° maggio con i singoli Comuni chiamati a firmare le apposite ordinanze, di concerto con le Capitanerie di Porto, fissando la data a partire dalla quale le spiagge sono essere aperte alla balneazione nel loro territorio.

A Sabaudia, come si legge nel provvedimento firmato dal primo cittadino e pubblicato sull’Albo Pretorio online del Comune, la stagione balneare è compresa tra l’8 maggio e il 30 settembre con le attività delle strutture balneari che sono autorizzate a terminare non prima del 15 settembre.

Le date

La balneazione nelle aree in concessione o presidiate dalle strutture di supporto all abalneazione è consentita: 
- dall’8 al 31 maggio dalle 10 alle 18, 
- dal 1 al 30 giugno e dal 1 al 15 settembre dalle 9 alle 19 nei giorni di venerdì, sabato e domenica e negli altri giorni dalle 10 alle ore 18;
- dal 1 luglio al 31 agosto dalle 9 alle 19 tutti i  giorni;
La balneazione nelle aree di libero demanio presidiata da personale individuato dall’Autorità Competente è consentita:
- dal 1 al 30 giugno 2021 dalle 10 alle 18 il venerdì, sabato, domenica e festivi;
- dal 1 luglio al 31 agosto tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 18.00.

Le regole

Nell’ambito delle disposizioni generali, poi “tutti gli operatori balneari sono tenuti a dotarsi dei dispositivi idonei ed omologati atti a consentire la fruizione dell'arenile e dello specchio acqueo antistante a persone diversamente abili, secondo quanto prescritto dalle normative vigente in materia di superamento delle barriere architettoniche” e “sono tenuti in ogni caso a garantire il corretto mantenimento delle strutture in buone condizioni di manutenzione, efficienza, sicurezza e   decoro per tutto il periodo di validità della concessione/autorizzazione”.

Nel resto dell’ordinanza vengo poi indicate le prescrizioni sull’uso delle spiagge con un lungo elenco di divieti e con le regole che vanno seguite. Si va dal divieto di lasciare natanti in sosta come anche quello di lasciare sulle spiagge libere, oltre il tramonto del sole, ombrelloni, sedie a sdraio, tende e/o loro parti o altre attrezzature, di campeggiare od occupare con ombrelloni, sdraio, sedie, sgabelli, asciugamani, tavoli, mezzi nautici – ad eccezione di  quelli di  salvataggio -  la fascia di arenile profonda 5 metri dalla linea di battigia, destinata esclusivamente al libero transito con divieto di permanenza. Vietato portare anche animali sulle spiagge.

Con l’ordinanza del sindaco Gervasi vengono stabilite le discipline per le spiagge libere, come anche per le aree in concessione e per la gestione dei chioschi installati sulle piazzole lungo strada Lungomare Pontino e degli arenili liberamente fruibili in corrispondenza degli stessi. Stabilite anche quali sono le misure prescrittive di natura sanitaria imposte dalla normativa per contrastare la diffusione del coronavirus. Nello specifico, i titolari di strutture balneari dovranno:
- predisporre una adeguata informazione sulle misure di prevenzione, comprensibile anche per i  clienti di altra nazionalità. Si promuove, a tal proposito, l’accompagnamento all’ombrellone da parte di personale dello stabilimento adeguatamente preparato (steward di spiaggia) che illustri ai clienti le misure di prevenzione da rispettare;
- rendere disponibili prodotti igienizzanti per i clienti e per il personale in più punti dell'impianto. Privilegiare l'accesso alle strutture preferibilmente tramite prenotazione con l'obbligo di mantenere l’elenco delle presenze per un periodo di 30 giorni, nel rispetto della normativa sulla privacy;
- potranno rilevare ai clienti la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura superiore a 37,5 °C;
- gestori e lavoratori non possono iniziare il turno di lavoro se la temperatura corporea è superiore a 37,5°C;
- la postazione dedicata alla cassa potrà essere dotata di barriere fisiche (es.  schermi); in alternativa il  personale dovrà indossare la mascherina e avere a disposizione gel igienizzante per le mani. In ogni caso, dovrà favorire modalità di pagamento elettroniche, eventualmente in fase di prenotazione;
- riorganizzare gli spazi, per garantire l’accesso alle strutture in modo ordinato, al fine di evitare assembramenti di persone.Se possibile organizzare percorsi separati per l’entrata e per l’uscita;
- gli utenti delle spiagge hanno l'obbligo dell’uso della mascherina nelle fasi di accesso e allontanamento dall’arenile;
- tra le attrezzature di spiaggia (lettini, sedie a sdraio), quando non posizionate nel posto ombrellone, deve essere garantita una distanza di almeno 1,5 m, ad eccezione di quelle utilizzate 
da persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggette al distanziamento interpersonale;
- è fatto divieto di utilizzare lettini o sdraio in assenza di un telo di copertura personale;
- effettuare regolare e frequente pulizia e disinfezione delle aree comuni, spogliatoi, cabine, docce, servizi igienici, etc., comunque assicurata dopo la chiusura dell’impianto;
- per i servizi igienici si suggerisce di dotare i bagni di asciugamani e copri-water monouso;
- le attrezzature come ad esempio lettini, sedie a sdraio, ombrelloni etc. vanno disinfettati ad ogni cambio di persona o nucleo familiare, oppure la destinazione ad uso personale ed esclusivo degli stessi. In ogni caso la sanificazione deve essere garantita ad ogni fine giornata;
- per le attività di ristorazione e  bar, i gestori devono attenersi alle linee guida previste per lo specifico settore. Si  suggerisce di agevolare il servizio di consegna all'ombrellone, nel rispetto delle regole di sicurezza e di prevenzione prevista. 

Qui tutti i particolari dell'ordinanza 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sabaudia, la stagione balneare parte l’8 maggio. Tutte le regole da seguire in spiaggia

LatinaToday è in caricamento