Cronaca Maenza

Manufatto illegale da 50mila euro, 3 denunce per abusivismo edilizio

Il provvedimento contro un esercente, un imprenditore e un geometra di Maenza. La struttura doveva essere destinata ad uso commerciale. Un altro deferimento anche a Lenola

È sicuramente una delle piaghe della nostra società di oggi. Uno dei fenomeni che si stanno espandendo a macchia d’olio colpendo tutta la provincia, indistintamente da nord a sud.

L’ultimo episodio in ordine di tempo si è registrato nella giornata di ieri a Maenza dove tre persone sono state deferite in stato di libertà con l’accusa di abusivismo edilizio.

L’operazione dei carabinieri del locale comando stazione rientra nell’ambito di predisposti servizi di controllo del territorio, finalizzati proprio al contrasto del fenomeno delle costruzioni illegali.

Il provvedimento è scattato nei confronti di un commerciante di 62 anni, di un imprenditore di 51 e di un geometra di 49, tutti originari di Maenza, che nei pressi della località Monte Acuto stavano realizzando un manufatto esteso su circa 100 metri quadrati da destinare ad uso commerciale.

Il valore del fabbricato, che è stato posto sotto sequestro, si aggirerebbe intorno ai 50mila euro.

Per loro immediata la denuncia in stato di libertà. Lo stesso deferimento, per lo stesso tipo di reato, è scattato poi, nell’ambito di un’altra operazione condotta dai carabinieri del comando stazione di Lenola nei confronti di un uomo di 54 anni di Fondi.

Il provvedimento è arrivato dopo una serie di accertamenti condotti da parte dei militari, i quali hanno appurato che l’uomo, in qualità di proprietario di uno stabile stava eseguendo opere di straordinaria manutenzione, consistenti nella tramezzatura interna dei locali, in assenza della prescritta preventiva autorizzazione sismica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manufatto illegale da 50mila euro, 3 denunce per abusivismo edilizio

LatinaToday è in caricamento