Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Racket dell’accattonaggio, vittime costrette a chiedere l’elemosina

Minacce ed estorsioni alle vittime costrette a chiedere l'elemosina per conto suo. Se l'incasso giornaliero non era soddisfacente li picchiava. Fermato un 49enne dalla polizia

Li costringeva a chiedere l’elemosina poi teneva per se quanto da loro guadagnato, e se l’incasso della giornata non era soddisfacente li picchiava brutalmente.

Un cittadino di nazionalità bulgara, M. M. di 49 anni, questa mattina è stato fermato dagli agenti della squadra mobile della Questura di Latina perché indiziato di essere l’autore di minacce ed estorsioni nei confronti di alcuni suoi connazionali indotti a chiedere l’elemosina per conto suo.

L’arresto è arrivato a seguito di una specifica attività investigativa della polizia e ora per le vittime l’incubo è finito. Le indagini hanno infatti permesso di fare luce sul modus operandi del 49enne.

I cittadini stranieri vivevano presso la fabbrica abbandonata dell’ex Pozzi & Ginori a Borgo Piave insieme all’uomo che tutte le mattine, a bordo del suo furgone, li accompagnava nei luoghi del capoluogo dove c’era più traffico di persone e dove il profitto poteva essere maggiore. Al termine della giornata si preoccupava di andare a riprenderli tutti e riportarli presso il sito dismesso adibito a dimora.

A quel punto le vittime dovevano consegnargli tutto il denaro guadagnato; per loro potevano tenere solo 2 euro per le esigenze personali. Se l’incasso non superava i 20-25 euro allora il 49enne oltre alle minacce, li picchiava brutalmente.

Alla luce del materiale acquisito gli uomini della mobile si sono messi alla ricerca del 49enne bulgaro rintracciato questa mattina a bordo del suo furgone dopo che, come ogni giorno, aveva lasciato le sue vittime in giro per il capoluogo con l’incarico di chiedere l’elemosina.  Dopo il fermo e le formalità di rito è stato trasferito presso il carcere di Latina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Racket dell’accattonaggio, vittime costrette a chiedere l’elemosina

LatinaToday è in caricamento