rotate-mobile
Cronaca

Acqualatina, prorogata di tre mesi la sanatoria sugli usi impropri

La Spa, su richiesta di Otuc e di Ato4, ha rinviato al 31 dicembre il termine dell'iniziativa volta a contrastare i fenomeni di abusivismo ed errata tipologia tariffaria degli utenti

Prorogata fino al 31 dicembre la “Sanatoria Usi Impropri” da parte di Acqualatina Spa. La decisione arriva in seguito alle richieste dell’Otuc – Organismo di Tutela degli Utenti e dei Consumatori – e al nulla osta concesso dall’Ato4.

L’iniziativa, avviata lo scorso 1 giugno e che doveva chiudersi il 30 settembre, nata proprio su proposta dell’Otuc e della Provincia di Latina, è volta a regolarizzare gli usi impropri del servizio idrico, in particolare i vari fenomeni di abusivismo e errata tipologia tariffaria. Aderendo alla sanatoria, gli utenti potranno, quindi, legalizzare la propria situazione contrattuale senza il rischio di incorrere nell’applicazione delle penali. Diverse le vie che possono essere seguite per poter formalizzare la propria adesione: il consenso può essere garantito o via mail, o chiamando il call center o presentando una domanda presso gli sportelli delle associazioni di consumatori, gli sportelli di Acqualatina e i Punti Acqua comunali.

Soddisfazione, come era logico aspettarsi in casa Otuc: “Abbiamo ritenuto opportuno richiedere ad Acqualatina una proroga - ha dichiarato il presidente dell’Otuc Antonio Villano - per poter garantire agli utenti, per un tempo più lungo, una regolarizzazione che vada a loro favore. Ricordiamo, infatti, che dopo la scadenza della proroga gli accertamenti del gestore sugli usi impropri proseguiranno regolarmente e gli utenti irregolari saranno soggetti a sanzioni. La sanatoria è aperta anche agli utenti dei Comuni di Aprilia e Bassiano”.

Compiacimento anche per Acqualatina che offre una seconda opportunità a quegli utenti che in una prima fase non hanno potuto usufruire di questa iniziativa per loro vantaggiosa. “Ritengo giusto e opportuno offrire a tutti gli utenti un’altra occasione per regolarizzarsi – ha dichiarato il presidente di Acqualatina Giuseppe Addessi -. Ci auguriamo che tutti i cittadini aderiscano in modo da poter proseguire con una gestione regolare del servizio”.

Tutti gli interessati potranno reperire informazioni sui siti internet del Comune, dell’OTUC e di Acqualatina

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acqualatina, prorogata di tre mesi la sanatoria sugli usi impropri

LatinaToday è in caricamento