rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Aprilia

Aprilia, morto dopo inseguimento: Trupo nega di avere colpito la vittima al volto

Interrogatorio di garanzia stamattina per la guardia giurata accusata di omicidio preterintenzionale

Interrogatorio di garanzia nella mattinata di oggi, 19 marzo, in Tribunale a Latina per Giovanni Trupo, la guardia giurata raggiunta nei giorni scorsi da un’ordinanza di custodia cautelare con l’accusa di omicidio preterintenzionale per la morte di Hady Zaitouni.

Il 43enne di nazionalità marocchina era morto ad Aprilia il 29 luglio dello scorso anno al termine di un rocambolesco inseguimento iniziato in via Guardapasso e conclusosi tragicamente sulla Nettunense dove, almeno secondo gli investigatori, sarebbe stato picchiato perché sospettato di essere un ladro.

Trupo, che si trova agli arresti domiciliari ed è assistito dall’avvocato Emilio Siviero, è stato interrogato dal giudice per le indagini preliminari Mario La Rosa, lo stesso che nei giorni scorsi ha emesso l’ordinanza di custodia cautelare. L’ipotesi è che la guardia giurata abbia colpito la vittima con un pugno al volto ma questa mattina l’uomo ha negato per l’ennesima volta di avere colpito Zaitouni al volto ed ha invece spiegato di avergli soltanto tirato un calcio ad una mano mentre cercava qualcosa in tasca nel timore che tirasse fuori un’arma.

La difesa non ha ancora deciso se presentare ricorso al Tribunale del Riesame per chiedere la revoca della misura cautelare. Per la morte del marocchino è tuttora indagata una seconda persona che si trovava in auto con Trupo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aprilia, morto dopo inseguimento: Trupo nega di avere colpito la vittima al volto

LatinaToday è in caricamento