Omicidio Palli, confermata in Appello la condanna a trenta anni per i due imputati

Ieri il verdetto di secondo grado per Massimiliano Sparacio e Vittorio De Luca. La vittima freddata con tre colpi di pistola

Condanne confermate per Massimiliano Sparacio e Vittorio De Luca, responsabili dell’omicidio di Luca Palli avvenuto ad Aprilia il 31 ottobre 2017.

Oggi la prima sezione della Corte di Assise di Appello di Roma ha accolto la richiesta del Procuratore generale e confermato a carico dei due imputati, assistiti dagli avvocati Angelo Palmieri, Renato Archidiacono e Sinuhe Luccone la pena di  trenta anni di carcere ciascuno. Quella sera Sparacio era andato a trovare la vittima per regolare una questione in sospeso facendosi accompagnare da De Luca ma Palli era uscito dal locale dove si trovava in via Mazzini armato di una mazza da baseball e Sparacio gli aveva sparato con la pistola che si era portata dietro. La vittima era stata colpita da tre proiettili, l’ultimo dei quali alla testa quando era già a terra.  

Il processo di primo grado sui era svolto davanti al giudice per l'udienza preliminare Giuseppe Cario con il rito abbreviato e per i due imputati erano arrivate condanne più pesanti di quanto aveva richiesto l’accusa: trenta anni di carcere ciascuno, il massimo consentito con il rito abbreviato che consente lo sconto di un terzo sulla pena.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa di nozze con 80 invitati, arrivano i carabinieri: tutti multati

  • Coronavirus: nel Lazio 1219 nuovi casi, numeri record in provincia. D’Amato: “Questi i giorni più difficili”

  • Incidente a Sabaudia sulla Migliara 53, scontro tra auto e furgone: muore un ragazzo, due feriti

  • Piazza del Popolo torna agli anni ’70: a Latina le riprese del film "L’Arminuta"

  • Coronavirus, l'ondata non si ferma: 64 nuovi contagi, 21 sono a Latina

  • Coronavirus Latina, 126 nuovi casi. Sotto osservazione zone della movida e coprifuoco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento