Bambino morto sulla Cristoforo Colombo: cordoglio a Borgo Sabotino

Il piccolo Antonio B., deceduto ieri a causa di un malore a Roma, si era trasferito da pochi mesi con la famiglia. Disposta l'autopsia. Il cordoglio del sindaco Coletta: "Siamo addolorati"

Aveva vissuto fino a dicembre scorso a Borgo Sabotino Antonio B., il bambino di 11 anni morto improvvisamente ieri dopo un malore sulla Cristoforo Colombo, a Roma. Come anticipato dal Messaggero, il piccolo aveva frequentato la quarta elementare presso l'istituto comprensivo Vito Fabiano prima di trasferirsi con la famiglia a Ostia. Proprio da Ostia era partita ieri la mamma, insieme a una zia, per accompagnare il piccolo a una visita di controllo in un ospedale della Capitale. 

Il cordoglio del Comune di Latina

Cordoglio per la morte del piccolo Antonio è stato espresso dal sidnaco di Latina, Damiano Coletta, e da tutta l'Amministrazione comunale. "Siamo addolorati per quanto accaduto - ha dichiarato il primo cittadino -, a nome della città di Latina esprimo con affetto tutta la nostra vicinanza alla famiglia del piccolo Antonio".

La tragedia a Roma

La tragedia si è consumata intorno alle 8, nel traffico della Cristoforo Colombo paralizzata anche a causa del gran premio di Formula E. Il bambino, che sembra avesse accusato negli ultimi mesi problemi respiratori, si è sentito male improvvisamente. La mamma ha accostato l'auto e chiesto aiuto a una pattuglia della polizia locale. Gli agenti hanno intercettato un'ambulanza che passava in zona e l'hanno scortata fino alla Cristoforo Colombo ma quei minuti di attesa sono stati purtroppo fatali. All'arrivo dei soccorsi, i sanitari hanno tentato una rianimazione ma invano. Sul caso la procura di Roma ha aperto un'inchiesta per omicidio colposo e il corpo del piccolo Antonio sarà ora sottoposto a un esame autoptico che chiarirà le esatte cause del decesso.

Assessore regionale D'Amato: "Una tragedia che ci rattrista"

Sulla tragedia è intervenuto anche l'assessore alla Santià della Regione Lazio Alessio D'Amato: "Voglio esprimere la vicinanza e le condoglianze ai genitori e ai familiari del bambino deceduto mentre si trovava in auto sulla via Cristoforo Colombo all'altezza di via Wolf Ferrari - ha dichiarato - Una tragedia che ci rattrista. I soccorsi si sono attivati tempestivamente e un'automedica e una ambulanza, con tutta l'attrezzatura di emergenza necessaria, hanno raggiunto il bambino dopo 6 minuti dalla chiamata di soccorso, scortati da un mezzo dei vigili urbani che ha permesso ai mezzi dell'Ares 118 di giungere tempestivamente".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In assenza di tale scorta - aggiunge l'assessore regionale - i disagi alla viabilità nel quadrante sud della città avrebbero potuto causare ricadute negative sulla tempistica di intervento. Voglio ringraziare la polizia municipale per la scorta e gli operatori del nue 112 e dell'Ares 118 che purtroppo non sono riusciti a salvare il bambino, nonostante tutte le manovre di rianimazione cardio polmonari. Attendiamo gli esiti dell'esame autoptico per le cause del decesso", 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2, arriva l'ordinanza per le spiagge: si apre il 29 maggio. Ecco le regole

  • Chiede la mascherina al datore di lavoro: licenziato, picchiato e poi gettato in un canale

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Coronavirus, tre nuovi casi in provincia: tutti relativi al cluster di Priverno

  • Fase 2, la nuova ordinanza nel Lazio: dal 25 maggio riaprono le palestre, dal 29 gli stabilimenti

Torna su
LatinaToday è in caricamento